Sport News – SportH24 » Fitness » Addominali: come allenarli correttamente

Addominali: come allenarli correttamente

by admin on giovedì, aprile 4th, 2013

esercizi-addominali

Per dimagrire la pancia molti fanno l’errore di pensare che la strada giusta è allenare i muscoli addominali, ma ormai è risaputo che la realtà è ben diversa.
Allenare i muscoli addominali è utile nel momento in cui non abbiamo grasso superfluo o comunque agli esercizi abbiniamo dell’attività cardio. Questo perché per eliminare il grasso di troppo è necessaria l’attività aerobica, mentre gli esercizi addominali servono per scolpire la zona.
Precisato ciò possiamo vedere come allenare correttamente gli addominali evitando quegli errori che possono portarci fastidi a schiena, collo e così via.
Di esercizi per gli addominali ce ne sono tantissimi e tutti molto efficaci ma ognuno di questi se eseguito in maniera errata non fa altro che danneggiarci.
La prima cosa da fare è respirare in maniera adeguata partendo dal fatto che bisogna respirare gonfiando la pancia e non il torace. Detto ciò dobbiamo inspirare nella fase di recupero e respirare quando contraiamo gli addominali andando a ritmo con l’esercizio.
Un punto che va molto a risentire di esercizi fatti in maniera errata è senza dubbio il collo poiché per compensare lo sforzo tendiamo ad aiutarci con quest’ultimo.
Questa è la cosa più errata che possiamo fare poiché non serve ai fini dell’esercizio e in compenso ci regala un bel dolore alla cervicale il giorno dopo. Al contrario ciò che dobbiamo sollevare nei classici esercizi sono le spalle, senza sforzare il collo.
Un altro errore molto comune è quello di cercare di fare troppi esercizi di seguito pensando di ottenere un effetto migliore, al contrario il modo corretto per esercitarsi è dividere il tutto in serie da 20 e fare stretching per circa un minuto tra una serie e l’altra.
Lo stretching ideale è quello che ci vede distesi totalmente come se qualcuno ci stesse tirando i piedi e un altro le braccia.

3) Evita che la schiena, quando poggia terra, faccia una conca. La nostra colonna vertebrale è formata da quattro curve naturali (due concave e due convesse). Quando però si fanno gli addominali queste curve e soprattutto la curva lombare deve scomparire. Come? Molto semplice: solleva gli arti inferiori e fletti la gamba sulla coscia. Puoi verificare la scomparsa della curva facendo scivolare la tua mano tra il materassino e il tuo corpo.

4) Riposa. Non fare 300 addominali di fila! Anche se sei un fenomeno, non farlo. Qualunque lavoro muscolare necessita di riposo. Esegui, per esempio, una serie da 20 addominali, poi fai seguire una fase di recupero di 45″. Recupero non vuol dire né dormire né fare niente: significa fare stretching. Da sdraiato, a pancia in su, distendi il tuo corpo al massimo immaginando che due persone ti tirino: una da una parte e una dall’altra. Le punte dei piedi spingono in avanti, le braccia (distese in alto) spingono indietro. I tuoi addominali si allungheranno e saranno di nuovo pronti per un’altra serie.

Inizia ad allenarti seguendo questi quattro consigli e se prima ti alzavi dal letto col mal di schiena, vedrai che ora ti faranno male solamente gli addominali

Se ti fanno male significa che li hai allenati bene, non ti resta che andare avanti così e vedrai che, grazie allo sviluppo di questi muscoli, avvertirai un benessere generale del tuo corpo

Share on Facebook
Share on Twitter

Related Posts

Leave a Reply