Sport News – SportH24 » Basket » Basket A: anche Milano in semifinale, Pesaro ferma Cantù

Basket A: anche Milano in semifinale, Pesaro ferma Cantù

by admin on mercoledì, maggio 23rd, 2012

Dopo Sassari anche Milano stacca con largo anticipo il biglietto per le semifinali playoff del campionato di serie A di basket e lo fa con una rimonta incredibile a spese di Venezia. I lagunari, di fronte al proprio pubblico di Treviso (visti i problemi di impianto della città veneta), sembravano ormai padroni del match e pronti ad infliggere alla squadra lombarda una sconfitta meritata; dopo i lampi di classe di gara uno, infatti, la corazzata di Sergio Scariolo, costruita non per essere una semplice antagonista ma addirittura un’alternativa allo strapotere di Siena, aveva sofferto in gara due sul proprio parquet e stava cedendo nel terzo atto della serie, opposta ad una Reyer trascinata dai suoi mori (specialmente Clark e Slay) e da Rosselli, eccezionale in attacco quanto prezioso in difesa su Hairston che stava facendo danni a tutto spiano.

Veneti sempre avanti da metà del primo quarto, grazie anche alla zona e alla voglia di correre, e in vantaggio di cinque lunghezze al riposo (46-41); si riparte con un break di 7-0 Milano ma la Reyer non molla, Clark e Sczewczyk segnano canestri preziosi e riportano gli orogranata addirittura a +9 (60-51), un vantaggio che resiste fino a 6’ dalla conclusione (73-64). Mancinelli suona la carica, Gentile segna il canestro del sorpasso (76-77) e Cook prova ad allungare per l’Emporio Armani (76-79) ma le emozioni non sono finite. A 13” dalla fine, grazie all’encomiabile Rosselli, il punteggio è nuovamente in parità (80-80) e tutto è pronto per l’azione decisiva, concretizzata da Hairston (mvp dei suoi con 20 punti). Il canestro dell’ex Siena firma l’80-82 finale e spezza il sogno della Reyer, protagonista comunque di una grande stagione. Milano invece avanza ed aspetta di sapere se troverà Pesaro o Cantù in semifinale.

Già perché i marchigiani, travolti 74-47 in gara due, hanno reagito con orgoglio e determinazione fermando il quintetto di Trincheri per 91-78. L’attacco che era clamorosamente mancato in Brianza torna protagonista a Pesaro, tanto che il primo periodo si chiude addirittura 26-26 con una proiezione finale oltre i 100 punti. Jones e Hickman trascinato la Scavolini ma Brunner è micidiale in area e dal perimetro Mazzarino è infallibile, così la Bennet resta avanti (26-32) nel secondo periodo, allungando fino al 33-41 malgrado un problema alla caviglia sia per Leunen (pochi minuti in campo) sia per Brunner (che stringe i denti e gioca finno alla fine).

White (21, nella foto) non ci sta e scatena tutti i suoi cavalli, così Pesaro sorpassa sul finire del secondo periodo (50-48) e allunga il parziale positivo al rientro dagli spogliatoi (57-48). Con Jumaine Jones che non segna più, ci pensano White, Cusin e Hackett a tenere avanti i biancorossi mentre Brunner resta il riferimento numero uno per il pick and roll di Cantù (18 punti alla fine per il lungo di Trincheri). Anche Basile prova ad entrare in gara con una bomba ma Pesaro ha più energie, supera il momento difficile con la Bennet rientrata a -5 (78-73) e prende il largo nel finale, battendo per la prima volta quest’anno Cantù e trascinando la serie almeno alla quarta sfida.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply