Sport News – SportH24 » Basket » Basket A: Siena travolge Sassari in gara-1 delle semifinali

Basket A: Siena travolge Sassari in gara-1 delle semifinali

by admin on lunedì, maggio 28th, 2012

Se la sconfitta in gara tre a Varese aveva mostrato qualche piccola crepa, c’è da dire che i campioni d’Italia hanno fatto di tutto per cancellarla. La Montepaschi Siena, dopo aver chiuso i conti in quattro partite nella sua serie dei quarti di finale scudetto, ha iniziato le semifinali travolgendo Sassari al PalaEstra con il risultato di 91-68 e con la consueta spietata determinazione sul parquet di casa.

Senza un riferimento fondamentale come Andersen, la squadra di Pianigiani ha sofferto nel primo periodo l’ottima mano dalla lunghissima distanza di Sassari che, sospinta in particolare dai cugini Diener, ha preso un piccolo vantaggio (18-21). A quel punto anche Siena ha dimostrato di saper colpire da oltre l’arco dei 6,75 dando inizio ad un autentico show: prima un break di 15-0 impreziosito dai canestri di un chirurgico Lavrinovic e dalle ottime soluzioni di Zisis e Moss entrati dalla panchina.

Sul 36-23, al culmine di un parziale di 18-2, Siena non ha certo mollato, anzi ha continuato a spingere come fanno le grandi squadre, trovando ancora da Moss e da Thomas Ress i punti per trasformare l’allungo in una fuga (49-31). Molto pesante il +16 interno a metà gara (54-38), ancor più pesante, per i sardi, il dover superare una difesa diventata con il passare dei minuti sempre più serrata, guidata per mano da capitan Stonerook in versione uomo ovunque.

Gli ultimi sussulti degli ospiti sono arrivati con Vanuzzo, eroe del successo esterno a Bologna nei quarti, e con la solidità di Plisnic, ma dal +11 (63-52) la Mens Sana ha premuto con ancor più decisione sull’acceleratore ed ha inflitto agli avversari un break impressionante di 18-2. Protagonisti ancora una volta sia i titolari (Lavrinovic e McCalebb) sia i cosiddetti panchinari (Moss, Ress e Aradori), in ossequio alla filosofia di una squadra che sa fare male con quasi tutti i giocatori del suo organico.

Guai però a sottovalutare Sassari che, con un tecnico preparato come Meo Sacchetti, saprà certamente far tesoro di questa sconfitta pesante e mercoledì, in gara due, cercherà di mettere maggiore pressione nei minuti finali ai detentori del titolo. Non è detto che possa bastare, ma gli isolani hanno già compiuto una grande impresa arrivando fino alle semifinali e non hanno più nulla da perdere.

Domani invece si disputerà gara-1 dell’altra semifinale fra Emporio Armani Milano e Scavolini Pesaro.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply