Sport News – SportH24 » Basket » Basket Eurolega: Siena pareggia i conti, ma quanti brividi!

Basket Eurolega: Siena pareggia i conti, ma quanti brividi!

by admin on sabato, marzo 24th, 2012

Con un finale thrilling, Siena supera 81-80 l’Olympiacos e porta sull’1-1 la serie dei quarti di finale di Eurolega.

Nei primi minuti sembra una sfida tra la Mens Sana e Antic: il lungo di Ivkovic segna da tre, segna da due, conquista tiri liberi e rimbalzi e bisognerà attendere quasi metà parziale per vedere il primo canestro di un giocatore diverso dal montenegrino (Hines che però si macchia quasi subito di tre falli). Le due squadre sono molto nervose e gli arbitri sanzionano molti falli, Siena deve far uscire Andersen ma trova moti punti dai giocatori più in ombra in gara uno, soprattutto Moss e Lavrinovic (nella foto). Il sorpasso interno (14-13) è firmato proprio da Moss ma sull’azione successiva l’Olympiacos recupera due rimbalzi d’attacco e punisce con una tripla di Papanikolau. Thornton firma il pareggio e si ha subito la sensazione che gara due sarà una battaglia esattamente come lo era stata il primo atto della serie. Il finale di primo quarto è positivo per i toscani, con McCalebb scatenato e altri liberi di Rakocevic a sancire il +4 Montepaschi (22-18).

Lavrinovic conferma di essere in una serata molto migliore rispetto a martedì con una tripla ma i greci eseguono bene e con pazienza e rimangono aggrappati al match. Un gioco da tre punti di Rakocevic porta Siena al +6 (28-22) e quando Lavrinovic sgancia un’altra tripla per la sua doppia cifra personale, i ragazzi di Pianigiani sono a +7 (31-24), ulteriormente migliorato poi da Zisis (33-24). Lavrinovic decide di far capire che non ha voglia di scherzare e punisce ancora la difesa greca prima di causare il terzo fallo del colosso Dorsey. Siena sembra in grado di scappare con Rakocevic (37-24), Printezis riprende a colpire come aveva fatto in gara uno ma Siena ha energie in abbondanza e saluta il primo canestro di Andersen, una tripla che vale il 44-29 e tre minuti dal riposo lungo. L’attacco di Siena è quasi perfetto e consente alla Montepaschi di andare negli spogliatoi sul 48-35, con l’Olympiacos ‘salvato’ solo da un Printezis che, nelle due gare in Toscana, si scopre tiratore micidiale da tre punti. Spanoulis si sblocca nel terzo periodo e Siena sa che dovrà lottare fino all’ultimo per portare a casa il successo, anche perchè i biancoverdi si caricano presto di falli e vedono tornare in panchina Stonerook con quattro penalità. Per fortuna che c’è McCalebb che segna dodici punti in un amen facendo ammattire ogni avversario e tiene sempre Siena oltre la doppia cifra di vantaggio. Dalla lunetta Siena incrementa nel minuto conclusivo e arriva ai dieci minuti finali sul +14 (67-53).

Memore dello sciagurato finale di gara uno Siena prova a tenere duro, l’Olympiacos trova il canestro pesante con Papanikolau ma Lavrinovic è quello extra-lusso e il Montepaschi, con le unghie e con i denti, non molla il vantaggio, pur pagando l’inferiorità a rimbalzo che concede troppi secondi tiri agli ospiti e li manda continuamente in lunetta. Il 2/2 di Printezis riavvicina pericolosamente l’Olympiacos (73-67) e lo stesso Printezis segna il -4 (73-69) che fa scorrere brividi freddi sulla schiena dei tifosi di casa. Siena non segna più ma almeno Andersen prende due rimbalzi di platino e poi va in lunetta con lo stesso australiano-danese che fa 2/2 a poco più di due minuti dalla fine, i biancorossi ospiti replicano con Hines e costringono Siena all’infrazione di 24”. Ancora l’ex Veroli segna ma sbaglia il libero supplementare e gli ottanta secondi finali sono drammatici; a differenza di gara uno, Andersen non sbaglia i liberi e, con un altro 2/2, porta i suoi oltre il singolo possesso di margine (77-73) ma la difesa si fa sorprendere da Law con il gioco da tre punti che sancisce il -1 greco a quarantadue secondi dalla fine. McCalebb potrebbe replicare, subisce fallo ma il pallone lo beffa e così va in lunetta a piazzare il 2/2 che, con 26” sul cronometro, dà ancora un possesso pieno al Montepaschi (79-76). Moss manda in lunetta Spanoulis che risponde presente (2/2) ma l’Olympiacos deve fare fallo perché altrimenti Siena terrebbe palla fino  alla fine. McCalebb torna in lunetta ma fa solo 1/2, Stonerook fa la cosa più importante della gara buttandosi a rimbalzo e forzando la palla a due che premia ancora Siena. Anche Andersen sbaglia un libero (81/78) e McCalebb ferma subito Printezis a 7” della fine ma il suo 2/2 lascia ancora tutto in ballo. Rakoceevic rischia di vanificare tutto il lavoro della squadra con lo 0/2 dalla linea ma McCalebb scippa il pallone a Printezis che si era già lanciato verso il canestro di Siena, rimettendo in parità la serie che ora si sposterà al Pireo per regalare altre emozioni incredibili e meritandosi il titolo di MVP della serata al PalaEstra.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply