Sport News – SportH24 » Basket » Basket: l’Italia fa sei su sei e si qualifica agli Europei

Basket: l’Italia fa sei su sei e si qualifica agli Europei

by admin on lunedì, Set 3rd, 2012

Tre anni fa eravamo rimasti a guardare la massima competizione europea, con quel pizzico di arroganza che spetta a chi si crede forte ma non lo dimostra. Un anno fa siamo partiti per la Lituania ma solo perché la FIBA ha deciso di allargare il numero dei partecipanti agli Europei di basket, evitandoci l’ennesima rischiosa appendice degli spareggi.

Il prossimo anno saremo presenti in Slovenia perché ce lo siamo meritati, perché finalmente abbiamo disputato qualificazioni di alto livello, anzi praticamente perfette. La sesta vittoria su altrettante gare disputate è arrivata a Trieste contro la Repubblica Ceca, grazie ad un 68-56 che sintetizza bene l’essenza e l’anima del gruppo guidato da Simone Pianigiani. In attacco ci sono giocatori con punti nelle mani, oltre ovviamente a Danilo Gallinari, unico NBA-player presente a queste qualificazioni, ma è soprattutto in difesa che la squadra azzurra ha fatto la differenza, stritolando tutti gli avversari come faceva la Montepaschi Siena guidata per sei anni proprio da Pianigiani.

Non era un girone così semplice, con la Turchia considerata favorita numero uno e noi, almeno sulla carta, a batterci con la Repubblica Ceca per il secondo posto utile in chiave qualificazione. E’ andata in modo totalmente diverso, con l’Italia già promossa e la Turchia che dovrà battersi con la Repubblica Ceca per il secondo posto, provando a battere noi nel prossimo turno. La sesta vittoria è arrivata grazie ad un ottimo secondo periodo, in cui l’Italia è passata dal +6 al +16 con una difesa eccezionale e la grinta in attacco di Aradori e Chiotti. Unico momento di difficoltà nel terzo periodo, con un attacco diventato improvvisamente asfittico; a sbloccare le cose ci ha pensato Gallinari, la stella di un gruppo che non aveva Bargnani e Belinelli ma ha svolto il proprio compito ben oltre ogni previsione. Restano due gare, contro Turchia (fuori) e Bielorussia (in casa), occasioni utili per migliorare l’intesa in campo e aumentare la fiducia dei tanti giovani eletti a protagonisti in questa versione vincente della nostra nazionale.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply