Sport News – SportH24 » Basket NBA » Basket NBA: aria tesa a Orlando e una top5 da non perdere!

Basket NBA: aria tesa a Orlando e una top5 da non perdere!

by admin on venerdì, aprile 6th, 2012

Dopo l’abbuffata di gare della notte precedente, solo quattro partite disputate tra giovedì e venerdì nel campionato NBA, anche se ci sono state le polemiche a Orlando fra il tecnico Stan Van Gundy e la stella Dwight Howard a tenere banco e distrarre i Magic, sconfitti pesantemente in casa dai New York Knicks.

Van Gundy ha dichiarato ai giornalisti che Howard aveva chiesto il suo licenziamento e in molti hanno pensato che il suo addio fosse questione di ore, invece il tecnico si è seduto in panchina per assistere al ko dei suoi (ancora per poco) Magic contro i Knicks. Howard ha praticamente scioperato in campo e, nella sua decisione di rimanere a Orlando, pesa forse la volontà della società (o qualche rassicurazione) di separarsi da Van Gundy, magari attendendo la fine della stagione per dargli il benservito. New York ha ringraziato e si è presa una vittoria importante per la corsa ai playoff, con Anthony top scorer a 19 e un buon ritorno di Douglas.

Bene Chicago che ha sconfitto Boston 93-86 recuperando nella ripresa dopo che il primo tempo era stato controllato bene dai biancoverdi di Doc Rivers. Pierce ha segnato 22 punti, Bass ne ha aggiunti 15 ma non sono bastati a frenare una squadra che, pur priva di Rose, ha trovato in Deng (26) il grande protagonista della serata, ben coadiuvato da Noah e Boozer. I Bulls sono ancora primi ad Est e possono mantenere la loro posizione fino al termine della stagione regolare.

Facile successo dei Clippers che hanno dimenticato il ko nel derby con i Lakers andando a vincere 93-85 a Sacramento; molto bene ancora Randy Foye e decisivo Griffin nel finale con tre canestri dalla media distanza. Per i Kings 17 punti di Thomas e 15 (con 16 rimbalzi) di Thompson.

Vittoria anche per Detroit che ha piegato Washington 99-94 con un protagonista inatteso: il veterano Ben Wallace, l’uomo d’area dei grandi Pistons degli scorsi anni, ha piazzato un insolito (per lui) 5/6 dalla lunetta nel quarto periodo costringendo alla resa gli Wizard di un eccellente Wall (28 e 10 assist).



Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply