Sport News – SportH24 » Basket NBA » Basket NBA: Bargnani e Belinelli beffati nel finale

Basket NBA: Bargnani e Belinelli beffati nel finale

by admin on domenica, marzo 25th, 2012

Sono andati entrambi in doppia cifra ma le loro squadre hanno perso, di strettissima misura, contro due corazzate, rimanendo con un pugno di mosche in mano e con tanti rimpianti nella testa. Non è stata una notte positiva per gli unici due italiani in campo nella NBA (Gallinari è infatti infortunato): Bargnani ha totalizzato 17 punti e 7 rimbalzi ma ha sbagliato anche un paio di tiri che potevano risultare decisivi per i suoi Toronto Raptors a Chicago. La pafrtita è andata a finire ai supplementari ed è stata decisa da un beffardo tap in di Luol Deng sulla sirena, dopo che Forbes aveva sbagliato due sanguinosi tiri liberi a pochi secondi dallo scadere. Tanti errori nei momenti decisivi, quindi, e la certezza di aver sprecato l’occasione per vincere un match che avrebbe potuto dare fiducia e morale, anche se i playoff ormai non sono un obiettivo realistico.

Stessa cosa può dirsi per i New Orleans Hornets di Marco Belinelli che pure hanno venduto cara la pelle contro i San Antonio Spurs. Il ‘Beli’, che oggi compie 26 anni, ha messo a segno 10 punti per una squadra falcidiata dalle assenze (Gordon, Okafor, Smith, Kaman e Ariza) ma comunque competitiva come speso è capitato quest’anno. L’azzurro ha segnato due canestri che hanno portato avanti gli Hornets a poco più di un minuto e mezzo dalla fine, ma Duncan e Green hanno ribaltato il punteggio e dato il successo agli Spurs che hanno fatto esordire il francese Boris Diaw.

Tra le altre gare della notte il successo scacciacrisi dei Los Angeles Clippers (Griffin 20 punti e 10 rimbalzi, Paul 13 assist) ai danni di Memphis e l’importante blitz di Dallas al supplementare contro Houston, firmato ancora una volta da Nowitzki con 31 punti. Ripartono i Knicks in cui ormai le superstelle (Stoudamire, Anthony)giocano per la squadra e non forzano (la stessa cosa che avrebbe voluto Mike D’Antoni) e il risultato è una comoda vittoria su Detroit; attacco strepitoso per Indiana che ha segnato 125 punti (George Hill il migliore con 24 punti) espugnando Milwaukee e bene anche Atlanta che, pur con qualche patema di troppo, ha avuto ragione dei giovani e futuribili Washington Wizards. In Italia parleremmo di sfide di bassa classifica tra Golden State e Sacramento (Warriors vincenti con 31 punti di Thompson) e fra New jersey e Charlotte, che ha sorriso ai Nets di Deron Williams. 

Ecco tutti i risultati: LA Clippers-Memphis 101-85, Washington-Atlanta 92-95, New Jersey-Charlotte 102-89, NY Knicks-Detroit 101-79, Chicago-Toronto 102-101, New Orleans-San Antonio 86-89, Houston-Dallas 99-101, Milwaukee-Indiana 104-125, Golden State-Sacramento 111-108.



Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply