Sport News – SportH24 » Basket NBA » Basket NBA: Gallinari e i Nuggets vicini al 6° posto

Basket NBA: Gallinari e i Nuggets vicini al 6° posto

by admin on giovedì, aprile 26th, 2012

La corsa ai playoff NBA è finita, con tutti e sedici i posti già assegnati, ma la lotta per conquistare la posizione migliore è ancora aperta, sia ad Est che a Ovest. Partiamo proprio dall’Est, dove la notte NBA ha fatto registrare i successi dei Philadelphia 76ers e dei New York Knicks che stanno duellando per la settima e ottava posizione. Il quintetto della ‘Grande Mela’ ha sconfitto 99-93 i Los Angeles Clippers privi di Chris Paul e al terzo ko nelle ultime quattro gare; decisivi i 21 punti di JR Smith e ben sei giocatori in doppia cifra, troppi per i Clips che hanno avuto due prestazioni super da Griffin (29) e Foye (28) ma niente da tutti gli altri. La squadra della California potrebbe finire quinta se Memphis batterà Orlando nell’ultima gara della stagione regolare e in quel caso l’accoppiamento tra Clippers e Grizzlies si disputerà con il vantaggio del fattore campo per questi ultimi. New York invece potrà essere settima (ma sono tutti concordi nel dire che l’ottavo posto potrebbe essere migliore perché darebbe l’accoppiamento con Chicago e non con Miami) se vincerà l’ultimo match contro Charlotte, battuta anche da Orlando (102-95) e ormai ad una sola sconfitta dal chiudere la stagione con la peggior percentuale vittorie della storia NBA. I Magic, pur senza Howard, si sono imposti grazie a Redick e Anderson contro una formazione troppo brutta per essere vera.

Tornando al duello per la settima posizione ad Est, Philadelphia ha confitto 90-85 Milwaukee in un match che poteva essere uno scontro diretto addirittura per entrare nei playoff ma che ha visto invece i Sixers con ancora qualcosa da chiedere e i Bucks privi di motivazioni. Molto bene Meeks (27) e soprattutto Evan Turner che ha infilato 29 punti e catturato 13 rimbalzi. Dall’altra parte nessun giocatore oltre quota 20, con Jennings top scorer a 19. Sempre ad Est c’è stato il successo di Chicago 92-87 su Indiana; i Bulls hanno ancora la possibilità di chiudere con il miglior record assoluto della Lega e il vantaggio del fattore campo in tutti i playoff, anche nell’eventuale finale. Bene Korver (20) e Boozer ma soprattutto bene la difesa di coach Thibodeau che, in attesa di ritrovare il miglior Derrick Rose, si gode la numero uno sicura ad Est.

I rivali in chiave miglior record assoluto, i San Antonio Spurs, hanno vinto 110-106 a Phoenix (dove Nash potrebbe lasciare) confermando una qualità offensiva che raramente avevano avuto anche negli anni dei titoli NBA. Coach Popovich ha tenuto a riposo ‘solamente’ Duncan, Parker e Ginobili eppure ha vinto grazie a Mills (27) e uno Splitter da 26 punti che hanno fatto il vuoto.

E’ stata una notte molto positiva anche per Danilo Gallinari e i suoi Denver Nuggets, vittoriosi sugli Oklahoma City Thunder e sempre più vicini alla sesta posizione che garantirebbe un accoppiamento non impossibile contro i Lakers (senza WorldPeace). Il ‘Gallo’ ha segnato 14 punti ma il top scorer del quintetto del Colorado è stato Lawson con 25. Dall’altra parte i Thunder, ancora senza Harden, vittima della gomitata di WorldPeace, hanno giocato una buona gara nonostante l’assenza di motivazioni, Durant ne ha segnati 32 e Westbrook 30 ma non è bastato a cogliere il successo. Ora i Nuggets devono vincere l’ultima gara con Minnesota e saranno sesti, condannando i campioni in carica di Dallas ad un primo turno proprio contro i Thunder.

Buona solo per statistiche la vittoria di Washington su Cleveland due squadre che stanno lavorando per il prossimo anno ed hanno qualche giovane interessante su cui costruire il futuro. Per gli Wizard bene John Wall (21 e 13 assist), dall’altra parte debutto positivo per D.J. Kennedy, arrivato dalla D-League, e solo 10’ per la super matricola Kyrie Irving.



Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply