Sport News – SportH24 » Basket NBA » Basket NBA: ok Clippers e Lakers, Belinelli ko

Basket NBA: ok Clippers e Lakers, Belinelli ko

by admin on domenica, aprile 1st, 2012

Si avvicina la fase più importante della stagione per il basket NBA e tutti gli incontri pesano di più, soprattutto per chi vuole fare i playoffs e cerca la migliore posizione possibile.

Nella notte c’è stata una gara dal pronostico che appariva scontato ma che, invece, ha regalato suspance fino alla sirena. I Los Angeles Lakers hanno sconfitto 88-85 New Orleans rischiando però di incappare in uno stop che sarebbe stato pesantissimo da digerire; con un Kobe Bryant da 0/15 al tiro nel primi tre quarti, i Lakers, pur ritrovandosi sul +14 in avvio grazie a Gasol, hanno fatto a lungo corsa ad inseguimento rispetto agli Hornets, sempre obbligati a far fronte ad una lista lunghissima di assenze e non aiutati troppo da Belinelli, in serata no al tiro (3/12) e autore alla fine solo di otto punti. Nel quarto periodo, con New Orleans sul +10, si sblocca anche Kobe che infila undici punti ed anche la tripla del sorpasso sull’86-85. Gli ospiti sbagliano tutti gli ultimi possessi, fanno fallo su Barnes che converte il 2/2 dalla lunetta e la rimessa a poco più di due secondi dalla fine, che dovrebbe andare in mano a qualche tiratore, finisce invece a Smith il cui tiro viene smorzato da Gasol.

Nelle altre gare da segnalare ancora l’ottima prova di San Antonio con un Tim Duncan da doppia-doppia (23 punti e 11 rimbalzi) che aiuta gli Spurs (Parker e Ginobili 18) ad avere ragione di Indiana, cui non bastano i 18 punti di George e Granger. Chris Paul regala qualche giocata super (guardate la top ten della notte) e i Clippers, con il momento difficile ormai alle spalle, battono anche gli Utah Jazz di un positivo Jefferson (26 punti); per il team della California, in corsa per il miglior sport playoff possibile e al quinto successo di fila, oltre ai 26 del play ci sono 24 punti di Blake Griffin e 10 rimbalzi (con una schiacciata da urlo) di DeAndre Jordan.

Elton Brand fa sorridere Philadelphia che, impegnata nel testa a testa con Boston per il primato nella propria Division, sconfigge Atlanta per 95-90. Negli Hawks josh Smith è monumentale (34 punti e 9 rimbalzi) ma i 76ers sono decisi a non cedere, trovano canestri preziosi da Turner e chiudono i conti con due liberi di Meeks. Bene anche New York che sconfigge Cleveland con 20 punti di JR Smith ma perde Jeremy Lin, costretto allo stop per un problema al menisco del ginocchio sinistro che lo farà finire sotto i ferri del chirurgo. Contro i Cavs bastano però le prodezze del trio di ex Denver con Smith, Anthony (19) e Chandler (14 e 12 rimbalzi) per aggiudicarsi una vittoria che lascia new York ampiamente nelle otto che faranno i playoff. Si complica invece la situazione di Milwaukee, sconfitta in casa da Memphis. Ilyasova è prezioso sotto canestro, Jennings sembra Penelope e alterna cose buone a errori banali, Memphis invece è concreta e spietata, con OJ Mayo (24) e Gasol (13 e 15 rimbalzi) che non fanno sconti, regalando ai Grizzlies un successo importante.

Non ci sono i playoff in palio né tra Sacramento e New Jersey, con il successo dei Nets grazie a Morrow (24) e Wallace (18), e nemmeno tra Detroit e Charlotte, con i Pistons che si impongono al supplementare con la mano di Monroe, Bynum e Prince dalla lunetta nel finale.



Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply