Sport News – SportH24 » Basket » Basket: Usa batte Argentina 86-80, ecco la sintesi

Basket: Usa batte Argentina 86-80, ecco la sintesi

by admin on lunedì, luglio 23rd, 2012

Dal Dream Team originale, quello che a Barcellona 1992 emozionò il mondo intero e non solo gli amanti del basket, hanno provato a prendere le maglie, ma senza riuscire a farsi trasferire quell’aura di invincibilità che accompagnava Michael Jordan, Magic Johnson e soci.

Certo che il basket è cambiato ed è impensabile trovare una squadra, per quanto forte, che riesca a dare 40 punti a qualsiasi avversaria: la dimostrazione è arrivata, guarda un po’, a Barcellona, dove la nazionale americana di basket maschile (chiamata più modestamente Team Usa) ha piegato 86-80 l’Argentina in un interessantissimo match di preparazione alle Olimpiadi di Londra.

Avere in squadra Chris Paul, Kobe Bryant, LeBron James, Kevin Durant e Carmelo Anthony è garanzia di spettacolo ma contro avversarie toste, come l’Argentina, l’assenza di un pivot al livello di Dwight Howard (Tyson Chandler non è proprio la stessa cosa) si fa sentire e così il match diventa uno spettacolo anche di equilibrio.

Finchè la precisione dalla lunghissima distanza ha sorretto gli americani, con Kevin Durant e Kobe Bryant sugli scudi, il tabellone ha premiato Team Usa che, appoggiandosi anche su una difesa di ferro, sono volati fino al +15 del primo periodo (31-16 ma era anche 14-1). Sembrava l’inizio di una cavalcata trionfale, ma l’Argentina ha reagito con due fuoriclasse anche della NBA come Ginobili e Scola, ha giocato la sua pallacanestro ed ha più che dimezzato lo scarto a metà gara (47-40).

Stesso copione nel terzo periodo, con Team Usa nel ruolo di lepre e Ginobili in quello di cacciatore; Durant ha regalato addirittura il +18 ai ragazzi di Mike Krzyerzewski ma la risposta è arrivata con Delfino (altra stella della NBA) e la difesa a zona, così la partita è rimasta sempre in bilico. Ci ha provato LeBron James con due schiacciate poderose a schiantare i sudamericani, ma niente da fare: Il ‘gaucho’ Ginobili ha trascinato di forza i biancocelesti al -4 e c’è voluta un’altra tripla di Durant (27 punti alla fine) per far scorrere i titoli di coda su una gara spettacolare, gustoso antipasto di quello che si vedrà a Londra.

 



Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply