Sport News – SportH24 » Calcio » Champions League: l’Inter saluta la coppa

Champions League: l’Inter saluta la coppa

by admin on martedì, Mar 13th, 2012

Si spegne sul tiro di sinistro di Brandao in pieno recupero il sogno dell’Inter di non trasformare già adesso il 2011/2012 in una stagione pessima. I nerazzurri sono fuori dalla Champions League perché il 2-1 casalingo, maturato tutto nel finale, non basta a capovolgere lo 0-1 del Velodrome contro il Marsiglia e costa alla formazione italiana l’eliminazione dalla più importante manifestazione europea per squadre di club.

L’undici di Ranieri, a questo punto sicuro di perdere il posto a fine stagione (o forse anche prima?), ha qualche buona occasione già nel primo tempo e certamente un gol in avvio avrebbe dato tutto un altro volto alla gara. Invece Sneijder al 7’ e Milito all’11’ si vedono respingere le loro conclusioni da Mandanda, estremo difensore del Marsiglia, e così il primo tempo scivola via con i francesi sempre più propositivi e meno intimoriti da un’Inter decisamente meno brillante rispetto all’avvio.

Nel secondo tempo l’Olympique Marsiglia parte ancora bene, Ranieri prova un paio di sostituzioni, anche perché Sneijder e Forlan non sono al top fisicamente e manda in campo Obi e Pazzini; Poli si rende pericoloso sotto porta ma il grande spavento arriva poco prima della mezz’ora, quando Diarra gira di testa una punizione di Valbuena ma trova sulla sua strada un gran Julio Cesar. Proprio a un quarto d’ora dalla fine la rete che infiamma San Siro giunge in mischia: l’ultimo tocco è del ‘Principe’ Milito che sblocca la situazione e riporta in perfetta parità la situazione del doppio confronto. E’ il momento migliore dell’Inter che ci crede, spinta anche dai propri tifosi, e vuole chiudere i conti prima dei supplementari. Cambiasso ha una buona occasione ma la fallisce, la partita arriva ai minuti di recupero e Brandao, con un sinistro che sorprende Julio Cesar, fa scendere il gelo su San Siro. La rete dell’1-1 obbligherebbe l’Inter a segnare altre due volte in pochi minuti, con la forza della disperazione i nerazzurri si ributtano in avanti e guadagnano un rigore (con espulsione del portiere Mandanda) che Pazzini realizza. Non c’è più tempo per altre emozioni, la squadra di Ranieri si regala la più classica delle vittorie di Pirro e saluta la Champions mentre Deschamps, allenatore del Marsiglia, salva la sua panchina e festeggia a centro campo. Un vero peccato per i nerazzurri, ma forse sarà la spinta a rifondare una squadra che, dopo la stagione del ‘triplete’ di Mourinho, aveva chiaramente finito le energie e forse gli stimoli.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply