Sport News – SportH24 » Calcio » Champions: Real e Chelsea in semifinale

Champions: Real e Chelsea in semifinale

by admin on mercoledì, aprile 4th, 2012

 

Una passeggiata e una battaglia, al di là di ogni previsione. Questo il succo delle gare di ritorno dei quarti di finale di Champions League che, come voleva il pronostico, hanno promosso in semifinale il Chelsea (contro il Barcellona) e il Real Madrid (contro il Bayern Monaco).

Se però la qualificazione del Real Madrid era solo una formalità, sia per il 3-0 esterno dell’andata sia per l’evidente differenza di valori in campo tra gli spagnoli e i ciprioti dell’Apoel Nicosia, ben più complessa è stata quella del Chelsea che ha dovuto sudare fino all’ultimo per piegare il Benfica, vicinissimo ad un’impresa che l’avrebbe riportata in semifinale dopo tantissimi anni.

REAL SUL VELLUTO – Doveva essere una formalità e in effetti è stata una gara senza troppi tatticismi, giocata a viso aperto e più per lo spettacolo che altro. I bianchi di Josè Mourinho si sono portati in vantaggio al 26’ del primo tempo con Cristiano Ronaldo ed hanno raddoppiato dieci minuti dopo con un gioiello di Kakà. Chiuso ogni possibile discorso qualificazione nel primo tempo, la ripresa ha visto il punteggio cambiare continuamente: prima sono stati i ciprioti a ridurre le distanze con Manduca, poi il secondo sigillo di Ronaldo e la rete di Callejon per il 4-1 iberico. Ancora Apoel a bersaglio con Solari su rigore e ultimo gol-capolavoro per Di Maria che ha fissato il risultato sul 5-2, completando una serata di festa sia per il Real che per l’Apoel, contentissimo di essere arrivato fino a qui e non certo deluso per essere stato eliminato dalla corazzata di Mourinho.

BRIVIDI A STAMFORD – Dopo l’1-0 in trasferta dell’andata, il Chelsea pensava forse di poter gestire il risultato contro il Benfica, soprattutto dopo il primo tempo, con il punteggio nuovamente sull’1-0 per gli inglesi grazie alla rete di Lampard su rigore e con i portoghesi costretti a giocare con un uomo in meno a causa dell’espulsione di Maxi Pereira, reo di due ammonizioni in pochi minuti. La ripresa è stata però completamente diversa, il Benfica, trascinato da Aimar, ha preso campo e coraggio, costringendo Cech ad un paio di interventi miracolosi, imitato però dall’estremo difensore lusitano Arthur. A cinque dalla fine Javi Garcia ha segnato il gol dell’1-1 e, a quel punto, al Benfica sarebbe bastata un’altra rete per qualificarsi; con il Chelsea visibilmente in affanno, la squadra ospite ha davvero sognato il colpo ma è stato punito in contropiede da Raul Meireles che è partito dalla sua metà campo e, prima di entrare in area, ha infilato un destro potentissimo sotto la traversa. Ora per la formazione di mister Di Matteo la doppia sfida durissima contro il Barcellona.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply