Sport News – SportH24 » Tennis » Coppa Davis, l’Italia ritrova il Cile. Fed Cup, occhio alla Kvitova

Coppa Davis, l’Italia ritrova il Cile. Fed Cup, occhio alla Kvitova

by admin on mercoledì, aprile 11th, 2012

Una notizia buonissima ed una un po’ più allarmante, anche se non è giusto augurarsi di fare strada confidando nei problemi altrui. Il tennis italiano può certamente festeggiare l’esito del sorteggio che doveva stabilire gli accoppiamenti degli spareggi per restare nel World Group della Coppa Davis, programmati dal 14 al 16 settembre.

La squadra azzurra, infatti, ha ‘pescato’ il Cile che già non è un’avversaria irresistibile, in più verrà affrontata in Italia, con la possibilità di decidere dove e, soprattutto, su quale superficie. Davvero singolare che proprio i sudamericani, oltre a riportare alla mente la finale di Coppa Davis da noi vinta a Santiago nel 1976 e a non aver mai vinto nei cinque precedenti con l’Italia, ci abbiano concesso il lasciapassare per tornare nel primo gruppo in un altro spareggio disputato lo scorso anno. In quella occasione ci trovammo contro Capdevilla e Fernando Gonzalez, ottimo giocatore ma ormai ritirato, e tutto lascia credere che non dovrebbe essere troppo difficile conserare un posto nella nobiltà del tennis maschile, a dispetto di risultati scadenti  nei tornei e di un livello medio che definiremmo sufficiente e poco più.

Fra gli altri accoppiamenti spicca senza dubbio Germania-Australia ma non dovrà distrarsi nemmeno la Svizzera di Federer e Wawrinka, attesa in Olanda, e rischia la Russia sulla terra rossa che le farà trovare il Brasile. Le altre sfide saranno Kazakhistan-Uzbekistan, Giappone-Israele, Belgio-Svezia e Sudafrica-Canada.

Di altro tenore la notizia arrivata alle tenniste azzurre che, il 21-22 aprile a Ostrava, affronteranno la Repubblica Ceca, campione in carica, nella semifinale di Fed Cup. Petra Kvitova, attuale numero 3 della classifica Wta, tornerà infatti in campo con la sua nazionale dopo un inizio di stagione travagliato a causa di alcuni infortuni. La campionessa in carica di Wimbledon sarà schierata certamente in singolare, insieme a Lucie Safarova, mentre il doppio dovrebbe essere composto da due specialiste come Andrea Hlavackova e Lucie Hradecka. Il capitano azzurro Corrado Barazzutti ha convocato Francesca Schiavone, Flavia Pennetta, Roberta Vinci e Sara Errani per confermare una tradizione positiva che, considerando anche l’epoca della Cecoslovacchia (e di Navratilova e Mandlikova), vede l’Italia avanti per 4-3.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply