Sport News – SportH24 » Calcio » Europa League: Udinese eliminata

Europa League: Udinese eliminata

by admin on giovedì, marzo 15th, 2012

Niente quarti di finale di Europa League per l’Udinese, eliminata nel doppio confronto dalla formazione olandese dell’AZ Alkmaar malgrado il 2-1 ottenuto allo stadio Friuli. Dopo quindici minuti della gara di ritorno tutto sembrava procedere bene per i bianconeri, costretti a recuperare lo 0-2 incassato ad Alkmaar: l’Udinese era avanti 2-0 grazie alla doppietta di Totò Di Natale e gli ospiti si erano ritrovata sotto di un uomo per l’espulsione, dopo appena due minuti, di Viergever che aveva fermato fallosamente Floro Flores lanciato a rete, propiziando il rigore dell’1-0 per i friulani. Meno di un quarto d’ora dopo il secondo sigillo ancora del bomber a cancellare il 2-0 dell’andata, un inizio perfetto, difficile da immaginare per gli uomini di Guidolin. Forse l’eccessiva facilità con cui era stato azzerato il 2-0 subito in Olanda ha un po’ deconcentrato i friulani, o forse è venuta fuori l’organizzazione e la qualità dell’AZ che, minuto dopo minuto, ha superato lo choc del pessimo inizio guadagnando campo e fiducia. Poco dopo la mezz’ora l’episodio che ha cambiato la gara: gli olandesi hanno trovato con Falkenburg la rete del 2-1 e, a quel punto, all’Udinese sarebbero serviti altri due gol per superare il turno. La squadra di Guidolin, con Fabbrini in campo per dare maggiore peso all’attacco, ha cercato con carattere ma anche con poca lucidità di segnare la rete che avrebbe dato ulteriore spinta alle proprie speranze, ma ha corso ulteriori rischi di fronte ad un AZ perfettamente disposto in campo e capace di non buttare via nemmeno un pallone.

Gli olandesi hanno avuto anche la possibilità di pareggiare e chiudere definitivamente i conti, ma lo svedese Elm ha fallito un calcio di rigore guadagnato dallo scatenato australiano Holman per un fallo di Domizzi. Gli ultimi minuti hanno visto gradualmente svanire le speranze dei bianconeri, capaci di produrre ancora qualche occasione importante con Di Natale ma troppo imprecisi sotto porta per dare corpo ad un sogno che, dopo appena quindici minuti, sembrava già realtà.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply