Sport News – SportH24 » Formula Uno » Formula Uno: Ferrari di rincorsa, McLaren velocissime

Formula Uno: Ferrari di rincorsa, McLaren velocissime

by admin on sabato, marzo 17th, 2012

Se il buongiorno si vede dal mattino, i tifosi della Ferrari hanno di che preoccuparsi. Il Mondiale di Formula Uno scatterà domani mattina in Australia con Hamilton in pole position e le ‘Rosse’ talmente lontane che bisogna scorrere a lungo la classifica prima di trovarle. Alonso, vittima di un testacoda finito nella sabbia dopo aver toccato con le ruote di destra l’erba, scatterà infatti dalla sesta fila con il 12esimo tempo mentre Massa ha fatto addirittura peggio, chiudendo 16esimo. Entrambi sono rimasti lontani dai tempi che avrebbero consentito di entrare fra i migliori dieci e disputare l’ultima sessione di prove, obiettivo raggiunto invece da molte altre scuderie che, sulla carta, hanno meno ambizioni della scuderia di Maranello ma che, alla prima verifica stagionale, si sono dimostrate più performanti.

Oltre alla Ferrari in grossa crisi, le prove di Melbourne hanno anche detto che la Red Bull non è più l’ammazza-campionato (ma forse è meglio attendere prima di dare giudizi). Nel ruolo delle lepri ci sono le McLaren perché Hamilton è stato il più veloce di tutti e insieme a lui, in prima fila, c’è il suo compagno di squadra Button.

Davvero incredibile cos’è successo in casa Lotus: l’ex campione mondiale ed ex ferrarista Kimi Raikkonen, frenato da problemi allo sterzo, si è piazzato diciottesimo mentre Romain Grosjean ha finito addirittura terzo, creando la maggiore sorpresa della giornata. Bene anche Michael Schumacher, segno che la Mercedes c’è e vuole essere protagonista. In terza fila le Red Bull, con Vettel davanti a Webber, un risultato ben poco lusinghiero per la vettura che domina da un paio d’anni e che, in Australia, ha fatto fatica a mostrare la propria velocità nel giro secco.

Meglio però aspettare la gara di questa notte prima di dare giudizi, sognando magari una rimonta delle Ferrari che però, realisticamente, hanno un gap notevole da recuperare per tornare competitive in chiave vittoria.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply