Sport News – SportH24 » Calcio » Il Brasile non vuole l’alcol negli stadi. Ma il c.t. beve!!

Il Brasile non vuole l’alcol negli stadi. Ma il c.t. beve!!

by admin on mercoledì, marzo 28th, 2012

Sembra davvero non esserci pace per i Mondiali del 2014 in Brasile. Dopo il botta e risposta e la quasi crisi ‘diplomatica’ tra Fifa e organizzatori, legata ai ritardi nella realizzazione dei progetti che serviranno per la rassegna iridata fra due anni, ora è esploso un nuovo caso molto spinoso, anche se l’argomento può sembrare di secondaria importanza ma che, evidentemente, tale non è.
In undici dei dodici stati che compongono il Brasile, infatti, è vietata la vendita di alcolici e su questo tema stanno arrivando polemiche vibranti, ancora una volta tra le autorità sudamericane e i responsabili della Fifa: questi ultimi sono in attesa dell’approvazione della legge che dovrà regolamentare la disputa dei Mondiali, contrastata proprio sul punto che riguarda la vendita di bevande alcoliche all’interno degli stadi.
“La Coppa del mondo è della Fifa, il Brasile si limita a ospitarla” ha dichiarato con molta irritazione il vicepresidente Fifa, l’argentino Julio Grondona, nemico storico di Maradona quando era selezionatore della nazionale argentina e non certo tenero nei confronti del Brasile.
E’ davvero singolare che, proprio mentre si discute dell’approvazione di tale legge, il commissario tecnico della Seleçao, Mano Menezes, sia stato multato per una cifra vicino a 400 euro ed abbia perso 7 punti sulla patente rifiutandosi di fare il test anti-alcol dopo essere stato fermato in un controllo dalla polizia. Menezes si trovava intorno a mezzanotte vicino alla sede del Flamengo, a Rio de Janeiro, ed aveva a quanto pare assunto alcol mettendosi alla guida della sua vettura, peraltro senza patente.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply