Sport News – SportH24 » Calcio » La serie A tutta in campo in questo sabato

La serie A tutta in campo in questo sabato

by admin on sabato, aprile 7th, 2012

 

Ci voleva la Santa Pasqua per tornare un po’ all’antico, a quelle giornate di campionato in cui si giocava tutti insieme (più o meno). Oggi, infatti, la serie A vedrà disputarsi tutte e dieci le gare della 31esima giornata, anche se non ci sarà la contemporaneità che esisteva prima dell’avvento della tv che ha portato con sé la logica di anticipi e posticipi. Sarà comunque una giornata interessante, spalmata tra le 15 e le 21 di stasera, con molti match delicati nella corsa allo scudetto, ai piazzamenti che valgono le coppe europee e alla salvezza.

In chiave tricolore ci sarà il Milan capolista impegnato in casa alle 15 con la Fiorentina, sempre più invischiata nella lotta per non retrocedere. Allegri ha convocato dopo molti mesi Cassano, che ha appena ricevuto l’ok per tornare all’attività agonistica, ma in attacco la coppia dovrebbe essere quella titolare con Ibra e Robinho. Out Nesta, Boateng, Antonini e Mesbah, a centrocampo ci saranno Muntari e Ambrosini, in difesa tornerà Bonera. Per la Fiorentina recupera Amauri ma non ci saranno Cassani e Vargas. Viola alla ricerca disperata di punti per tirarsi fuori dai guai.

Nel pomeriggio, conoscendo già il risultato dei rossoneri, sarà la volta della Juventus che, con Quagliarella probabile titolare in attacco insieme a Vucinic, va a far visita ad un Palermo in totale emergenza. Rosanero con sette assenze ma decisi a rendere dura la vita agli imbattuti bianconeri, staccati per ora di due punti dal Milan.

Nel pomeriggio sfida delicata per l’Inter che cerca di regalare il secondo successo di fila al nuovo tecnico Stramaccioni. La trasferta verso Cagliari è diventata un viaggio a Trieste, scelta come sede alternativa delle gare interne degli isolani dopo i problemi del Sant’Elia. Probabile la prima da titolare per Guarin e ancora spazio a Zarate, rinato dopo l’arrivo del nuovo tecnico. Nel Cagliari ci si affida a Pinilla che dovrebbe essere affiancato da Thiago Ribeiro, in ballottaggio anche Ibarbo.

Il Siena va a caccia di punti salvezza importanti a Bergamo contro l’Atalanta, anche se mister Sannino non avrà lo squalificato Brienza. Si punta su Bogdani come spalla di destro. Atalanta con i soliti problemi di infortuni in attacco ma Denis recupera, anche se dovrebbe partire dalla panchina. Vittoria obbligata per il Bologna contro l’ormai spacciato Cesena, anche se il clima del derby e  la voglia di non fare brutte figure in casa potrebbero dare vigore ai bianconeri, capaci già di bloccare il Parma al Manuzzi. Beretta, al centro di polemiche per un brutto gesto ai tifosi del Lecce, ha molte assenze in attacco mentre il suo collega Pioli deve decidere chi schierare dall’inizio tra Di Vaio e Acquafresca.

Per dare ossigeno alla voglia di Europa il Catania cerca il colpo a Verona contro il Chievo. Montella proporrà la solita formazione d’attacco con Llama insieme a Bergessio e Gomez mentre a centrocampo giocherà uno tra Ricchiuti e Seymour. Di Carlo non ha altrettanta abbondanza e deve anzi fare i conti con poche alternative in difesa visti i forfait di Acerbi, Mandelli e Dainelli. Le cose vanno meglio a centrocampo e in attacco, dove la coppia scelta dovrebbe essere Pellissier-Paloschi.

Grande curiosità per la sfida di Lecce tra Serse Cosmi e la ‘sua’ Roma. Luis Enrique non avrà Totti e resta con il dubbio di Pjanic che però è avviato verso il completo recupero. In attacco Osvaldo e Bojan, pronto anche Lamela che dovrebbe mandare in panchina Gago se il tecnico spagnolo opterà per una squadra più offensiva.

Partita thrilling a Novara, dove il Genoa, tornato nelle mani di Malesani, cerca di uscire da un periodo molto difficile prendendosi tre punti vitali. I piemontesi hanno il dubbio Mascara mentre i rossoblù si affideranno a Palacio per compiere un bel passo avanti nella corsa salvezza.

L’Udinese, che non ha abbandonato certo la speranza di entrare in Champions League, ospita il Parma senza Fabbrini e Floro Flores ma con il ritorno in campo di Benatia e Di Natale che attende di conoscere il suo partner per l’attacco. Un solo dubbio di formazione per Donadoni che deve scegliere a centrocampo tra Gobbi e Modesto. Nessun problema per Mariga, a segno nell’ultimo turno contro la Lazio.

I biancocelesti, nella prima gara dopo la scomparsa dell’amato Giorgio Chinaglia, ricevono alle 21 il Napoli in quello che può essere considerato il big match della giornata. Reja, contro la squadra che ha allenato e una piazza che lo ama molto, punterà su Gonzalez a formare con Mauri ed Hernanes il trio a sostegno di Rocchi. Nel Napoli potrebbe esserci panchina per uno fra Hamsik, Lavezzi e Cavani con lo spazio concesso a Pandev, oppure lo slovacco sarà spostato a centrocampo dove Maggio è out.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply