Sport News – SportH24 » Calcio » L’inchiesta sul Calcioscommesse si allarga

L’inchiesta sul Calcioscommesse si allarga

by admin on martedì, marzo 6th, 2012

Amnistia? “Non se ne parla nemmeno”. Il capo della Polizia Antonio Manganelli ha risposto così alle dichiarazioni del procuratore capo di Cremona Di Martino che sta indagando sul Calcioscommesse e che, qualche giorno fa, aveva ventilato tale ipotesi per poter ripartire da zero in un mondo da lui stesso definito ‘marcio’, in cui i calciatori coinvolti sono tantissimi, sia in Italia che all’estero, e c’è il rischio di far saltare tutto in aria.

Manganelli ha però idee diverse: “Sul Calcioscommesse ci saranno presto altre notizie, dati e risultati, perché le indagini continuano e questo comporta l’acquisizione di nuovi elementi. Bisogna capire che non verranno perdonati dagli organismi sportivi i tesserati coinvolti e, se ci sono reati specifici, anche la giustizia penale farà il suo corso”.

Nessun colpo di spugna, anzi un’indagine che si allarga a macchia d’olio e supera i confini nazionali, come era facile prevedere. Esistono infatti vari filoni di indagine, tra Cremona e Bari (dove sembra alleggerirsi la posizione dello juventino Bonucci), ma si stanno aprendo scenari ancora più inquietanti che coinvolgono anche le amichevoli che hanno preceduto il Mondiale 2010 in Sudafrica. Tra i nomi coinvolti c’è proprio Raj Perumal, responsabile di un’agenzia di scommesse e indagato anche a Cremona. Pare che diversi scommettitori asiatici abbiano puntato forte su alcune gare che hanno preceduto la rassegna iridata del 2010 e si sa che i flussi anomali di denaro accompagnano sempre qualche accordo poco chiaro.

Altro che amnistia, insomma: lo scandalo si allarga, sono stati programmati nuovi interrogatori e sonno già moltissimi i calciatori che si stanno preoccupando.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply