Sport News – SportH24 » Calcio » Milan-Barcellona, sono ore di vigilia e attesa

Milan-Barcellona, sono ore di vigilia e attesa

by admin on mercoledì, marzo 28th, 2012

Non ce ne vogliano i tifosi del Bayern Monaco e quelli del Marsiglia, ma la partita che tutti aspettano stasera è sicuramente Milan-Barcellona. Per molti si tratta di una finale (o almeno di una semifinale) anticipata e il fatto che l’accoppiamento sia arrivato nei quarti ha lasciato un pizzico di amaro in bocca agli appassionati.
L’urna però non ha fatto sconti, mettendo nuovamente di fronte due grandi squadre che, ironia della sorte, avevano giocato una contro l’altra anche nel girone eliminatorio.
Questa sera a San Siro, dove nella fase a gironi si impose il Barça per 3-2 al termine di un match avvincente, la grande sfida sarà ancora Messi contro Ibrahimovic, il fenomeno numero uno al mondo contro l’ex dal dente avvelenato, il talento tutto fantasia contro il corazziere dai piedi vellutati; due giocatori completamente diversi ma ugualmente decisivi che, nonostante sia partita anche qualche frecciatina (“Non so se in Italia avrebbe fatto queste cose” ha dichiarato lo svedese a proposito del Pallone d’oro argentino), si rispettano e faranno il massimo per segnare un gol decisivo stasera, di fronte agli occhi di tutto il mondo che segue il calcio.
Il Milan gioca in casa e, in previsione del ritorno al Nou Camp, ha bisogno di fare risultato e, soprattutto, sarebbe fondamentale non subire gol. In difesa mancherà l’infortunato Thiago Silva e a centrocampo lo squalificato Van Bommel, elementi determinanti nell’erigere una diga davanti ad Abbiati. Al loro posto il rientrante Nesta e Ambrosini, mentre sulle fasce ci saranno Bonera e Antonini e l’altro centrale, accanto a Nesta, sarà Mexes. Il centrocampo sarà presidiato anche da Nocerino e Seedorf mentre la coppia d’attacco sarà composta da Ibra e Robinho, supportati da un altro rientro, quello di Boateng.
Proprio Ibrahimovic ha chiesto ai compagni di attaccare il Barcellona per mettere in luce i suoi problemi difensivi (Puyol a sinistra dovrà essere aiutato dai centrocampisti) ma anche per impedire alla formazione di Guardiola di esprimere il suo gioco d’attacco, con Messi che sarà defilato sulla destra in un tridente completato da Fabregas e l’ex Udinese Sanchez. Occhio in particolare al centrocampo con Xavi e Iniesta, spina dorsale di una squadra magnifica ma non imbattibile, a patto di vedere in campo il Milan migliore, quello del 4-0 casalingo con l’Arsenale e non quello del primo tempo nello 0-3 del ritorno.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply