Sport News – SportH24 » Formula Uno » Miracolo a Sepang: Alonso fa vincere la Ferrari

Miracolo a Sepang: Alonso fa vincere la Ferrari

by admin on domenica, marzo 25th, 2012

A volte i miracoli accadono e se dietro c’è un talento fuori dal comune, è più facile che succedano. Onestamente però era difficile anche per il tifoso Ferrari più sfegatato immaginare (o sognare) di applaudire una vittoria della ‘Rossa’ nel gran premio della Malesia, secondo atto della stagione mondiale della Formula Uno. Tutti avevano messo in guardia sul fatto che la scuderia di Maranello avrebbe dovuto correre in difesa questa gara, con le McLaren nel ruolo delle lepri, e le prove avevano confermato la sensazione, con Alonso nono e Massa dodicesimo.

A volte, però, i miracoli accadono e in un gran premio come quello della Malesia, dove l’eccezione è la regola, è ancora più facile che accadano. L’ex campione del mondo Fernando Alonso, è stato protagonista di una buona partenza ma il meteo ha deciso di diventare protagonista sotto forma di una tempesta di pioggia che ha obbligato i commissari di gara a esporre la bandiera rossa e sospendere la corsa dopo appena nove giri. Trascorsa un’ora, il clima della Malesia (a proposito, ma la ricerca di nuovi mercati e più soldi dove porterà la F1? Magari a correre direttamente nella foresta pluviale sorprendendosi poi che piova?) ha deciso di concedere una sosta e la gara è ripresa.

I giri rimanenti sono stati il trionfo di Alonso e della strategia della Ferrari, praticamente perfetta: gli uomini in rosso non hanno sbagliato nulla, né sul piano delle scelte né sul come metterle in pratica. Tutto il contrario della McLaren che ha avuto problemi durante un pit stop ed ha così compromesso la gara di Hamilton, poi finito terzo. Button si è messo fuori gioco da solo con un contatto che l’ha obbligato a tornare ai box per sostituire il musetto, il campione del mondo Vettel è finito fuori dalla zona punti per un contatto con Karthikeyan mentre Alonso è stato perfetto.

Chi lo ha insidiato più da vicino? Una macchina con il motore Ferrari e proprio il giovanissimo talento che, a detta di tutti, prenderà il posto di Felipe Massa sulla seconda Rossa. Sergio Perez, pilota messicano della Sauber-Ferrari, è stato l’unico a tenere il ritmo di Alonso e si stava avvicinando pericolosamente, pronto a lottare per la vittoria; un piccolo errore lo ha costretto ad alzare il piede dall’acceleratore e accontentarsi della seconda posizione, comunque un grandissimo risultato per la scuderia e per il pilota. E Massa? Ha chiuso 16esimo, senza mai essere davvero in gara per la zona punti, fornendo l’ennesima prestazione deludente che dà ragione ai suoi detrattori.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply