Sport News – SportH24 » Momenti leggendari » Momenti Leggendari: Tomba nello slalom di Lech (1994)

Momenti Leggendari: Tomba nello slalom di Lech (1994)

by admin on giovedì, marzo 29th, 2012

Tutti tifavano per lui. In Italia era considerato alla stregua di una celebrità e, una vittoria dopo l’altra, aveva portato lo sci a dei picchi di popolarità che non aveva mai avuto (e che difficilmente tornerà ad avere). Le sue gare erano seguite da milioni di appassionati, pronti ad esaltarsi in virtù di quel talento unico, di quella classe cristallina, che faceva dimenticare a tutti anche qualche eccesso fuori dalle piste.

Alberto Tomba è stato ed è lo sciatore più grande che l’Italia abbia mai avuto, ha conquistato cinquanta vittorie totali in Coppa del Mondo, dominando a lungo la scena in slalom ma facendo anche incetta di trofei nel gigante, senza disdegnare qualche apparizione nel Super G, soprattutto ad inizio carriera. Ha vinto la Coppa del Mondo generale nel 1995, quattro coppe di slalom e altrettante di gigante, tre ori e due argenti olimpiche fra slalom e gigante e la doppietta d’oro (slalom-gigante) ai Mondiali del 1996.

‘La bomba’ ha esaltato tutti, lui uomo di città (Bologna) in un mondo di uomini di montagna, lui con quell’accento simpatico e quella voglia di godersi la vita in un mondo di atleti seri e un po’ troppo impostati. Cercare una gara che lo rappresenti è difficilissimo, noi abbiamo scelto due slalom che ne hanno esaltato le caratteristiche: lo speciale di Kitzbuhel del 19 gennaio 1992 e quello di Lech del 21 dicembre 1994.

In quest’ultimo, in particolare, durante la seconda manche Tomba stava letteralmente volando, poi commise un errore che lo stava per mettere fuori gara ma continuò a sciare e giunse sul traguardo con un vantaggio nettissimo. Poi si fermò stupito a guardare il tabellone: nemmeno lui credeva di andare così forte…



Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply