Sport News – SportH24 » Olimpiadi » Olimpiadi: fucile d’argento per Fabbrizi ma quanti rimpianti!

Olimpiadi: fucile d’argento per Fabbrizi ma quanti rimpianti!

by admin on lunedì, agosto 6th, 2012

Ragazzi che mira!! Nella giornata che ci aveva già regalato l’oro di Campriani nella carabina tre posizioni, è arrivato anche l’argento di Massimo Fabbrizi nel tiro a volo specialità Fossa Olimpica, anche se c’è il grande rammarico per un oro che è sfumato solamente al sesto piattello di spareggio (o shoot off come si chiama in gergo tecnico).

Entrato in finale con il terzo posto pari merito insieme allo spagnolo Serrano, Fabbrizi, campione del mondo della specialità, ha sparato benissimo colpendo 23 piattelli in quella ce, a tutti gli effetti, rappresenta una gara a parte. Il singolo colpo può infatti ribaltare completamente le situazioni e ne sa qualcosa l’australiano Diamond, entrato in finale con 125 su 125, primato del mondo eguagliato, ma finito addirittura fuori dal podio dopo lo spareggio con Al Deehani.

Il suo 20/25 in finale è stato anche il punteggio peggiore e, con un paio di errori all’inizio, ha rimesso in corsa tutti gli altri, a cominciare proprio da Fabbrizi: l’azzurro, classe 1977, originario di San Benedetto del Tronnto, ha fallito un paio di piattelli iniziali ma poi è stato perfetto, chiudendo con 23 bersagli su 25 e finendo con l’identico punteggio del croato Cernogoraz, il migliore della finale con 24/25. Per stabilire chi avrebbe vinto l’oro e chi l’argento si è dunque svolto uno spareggio, un epilogo classico per il tiro a volo dove capita spesso di avere atleti appaiati con identico punteggio.

Fabbrizi e Cernogoraz hanno centrato i primi cinque piattelli di spareggio e la formula, che prevede la prosecuzione ad oltranza, li ha visti ripresentarsi in pedana per il sesto bersaglio. Fabbrizi purtroppo ha sbagliato mentre il croato è stato ancora una volta infallibile, confermandosi il migliore in questa finale. Per l’Italia comunque un’altra medaglia e la soddisfazione di vedere il medagliere crescere ulteriormente, in attesa di qualche altra soddisfazione giornaliera.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply