Sport News – SportH24 » Olimpiadi » Olimpiadi: Jessica Rossi vince un oro da dominatrice

Olimpiadi: Jessica Rossi vince un oro da dominatrice

by admin on domenica, agosto 5th, 2012

Alla fine è arrivato anche lo squillo di tromba del tiro a volo, altra disciplina sportiva che ci ha sempre esaltato alle Olimpiadi ma che quest’anno, a Londra, ci aveva lasciato ancora a bocca asciutta. Jessica Rossi la predestinata, la giovane diventata subito campionessa del mondo tra i grandi, ha completato il suo personale slam di vittorie diventato anche campionessa della Fossa Olimpica a vent’anni ed ha scelto il modo più bello per farlo.

La ‘piccola’ (di età e statura) fuoriclasse emiliana ha stabilito nelle qualificazioni un record mondiale che non sarà mai possibile battere ma solo eguagliare (75 piattelli colpiti su 75) ed in finale, quando la tensione è maggiore e si ha un colpo singolo per portare a casa il bersaglio, ha centrato un favoloso 24/25, ottenendo un totale di 99 su 100 che rappresenta un altro record, questa volta battibile, ma solo da chi potrà e saprà essere perfetto.

Lei, Jessica da Crevalcore, perfetta lo è stata in pedana ed anche nelle dichiarazioni post gara, quando ha dedicato il suo meritatissimo oro, vinto con sei colpi di distanza sulla seconda, ai terremotati della sua terra, cui è andato subito il pensiero della neo campionessa. Si sperava che un altro figlio dell’Emilia, Gregorio Paltrinieri, classe 1994, facesse il miracolo nel nuoto, nella gara più lunga che c’è in piscina, i 1500 metri. Purtroppo però la vasca si è riempita delle bracciate del cinese Sun che ha anche distrutto il record del mondo, ed alle sue spalle si è fatta valere l’esperienza del canadese Cochrane e del tunisino Mellouli, ben più avvezzi di Paltrinieri alla ribalta di Olimpia.

Oggi la scherma finirà con la gara a squadre del fioretto maschile dove l’Italia partirà favorita per l’oro, ma possiamo sperare anche in Tania Cagnotto, nella Fossa Olimpica maschile con Fabbrizi e Pellielo, e soprattutto dobbiamo seguire i nostri pugili, arrivati in quattro ai quarti di finale. Le loro imprese finora sono passate un po’ sotto silenzio, ma un’iniezione di linfa nuova al nostro medagliere potrebbe arrivare proprio dal ring.

A proposito, siamo attualmente la settima nazione in classifica nel medagliere con cinque ori, altrettanti argenti e tre bronzi, ma senza la scherma avremmo tre ori, tre argenti e un bronzo. Il tutto dopo otto giorni di gare, al ritmo di meno di una medaglia al giorno; il nostro sport non sta affatto bene e chi sostituirà Petrucci al timone del CONI è meglio che ne tenga conto senza farsi ingannare dalle cifre.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply