Sport News – SportH24 » Olimpiadi » Olimpiadi: Josefa Idem chiude quinta e appende la canoa al chiodo

Olimpiadi: Josefa Idem chiude quinta e appende la canoa al chiodo

by admin on giovedì, agosto 9th, 2012

Non si può fare altro che alzarsi in piedi ed applaudire una donna che, a quasi 48 anni, è ancora sulla cresta dell’onda, in tutti i sensi. Quando partecipò per la prima volta alle Olimpiadi esistevano ancora i boicottaggi incrociati fra Nato e Patto di Varsavia; Los Angeles 1984 fu l’ultima Olimpiade ‘monca’ con i paesi dell’est rimasti a casa a guardare per questioni di principio. Alla faccia dello spirito di De Coubertin per cui l’importante è partecipare.

Sono trascorsi 28 anni e Josefa, diventata mamma di due bambini e italiana per matrimonio, ha partecipato alla sua ottava finale olimpica nella canoa, un record assoluto che difficilmente potrà essere battuto. Si era parlato di lei anche come possibile portabandiera azzurra nella cerimonia inaugurale e, tutto sommato, non sarebbe stata nemmeno una scelta così campata per aria. La Idem non è riuscita a conquistare una medaglia nel singolo 500 metri, ma ha chiuso con un più che onorevole quinto posto a pochi decimi dal podio che l’avrebbe fatta entrare di diritto nella leggenda del nostro sport, considerando anche il grande dispendio energetico che una specialità come la canoa velocità comporta.

La applaudiamo anche se non ci ha regalato nessuna medaglia questa volta, la applaudiamo non come si fa con un’atleta sul viale del tramonto ma come riconoscimento ad una carriera straordinaria che , per sua stessa ammissione, ha vissuto il suo ultimo atto agonistico. Da appassionati di sport e da osservatori esterni di un settore, quello della canoa, che ha bisogno di essere rimesso totalmente a nuovo, ci auguriamo che la Idem abbia voglia di mettere la sua esperienza a disposizione delle nuove generazioni e che la federazione non disperda un patrimonio così grande.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply