Sport News – SportH24 » Calcio » Paolo Di Canio accusato di insulti razziali da un suo ex giocatore

Paolo Di Canio accusato di insulti razziali da un suo ex giocatore

by admin on martedì, maggio 15th, 2012

Un’ombra scura si addensa sul cielo dello Swindon Town, la società guidata dal manager Paolo Di Canio che stava ancora festeggiando la promozione dalla League Two alla League One.

Se sul campo le cose sono andate benissimo e i tifosi hanno potuto celebrare un risultato storico, ecco che uno scandalo razziale potrebbe cancellare quanto di buono fatto dalla squadra e, soprattutto, dal manager italiano. La Football Association ha infatti aperto un’inchiesta nei confronti di Paolo Di Canio, accusato di insulti razzisti nei confronti di un suo giocatore nero, Jonathan Tehoue, che ha giocato per un breve periodo nello Swindon.

Il giocatore francese, utilizzato solamente in tre occasioni dopo essere stato prelevato dal Leyton Orient, avrebbe lamentato di aver subito insulti di stampo razziale ed ha denunciato Di Canio con una lettera alla Football Association nella quale racconta di aver subito queste offese anche di fronte ad altri compagni. mentre invece pare che gli insulti gli siano stati riferiti da qualche compagno e non siano mai stati pronunciati in sua presenza.

Tehouè ha fatto intendere che il colore della sua pelle sarebbe anche alla base della scelta di non farlo giocatore più, mentre Di Canio ha sempre sostenuto che si sia trattato esclusivamente di una decisione basata sulle qualità tecniche.

Una vicenda che sicuramente si trascinerà per molto tempo e che no giova né all’immagine di Paolo Di Canio né a quello dello Swindon Ton che avrebbe preferito celebrare la promozione in modo molto più discreto. La società ha già espresso il proprio sostegno all’allenatore, salito agli onori della cronaca in passato anche per le sue esibizioni di credo politico, e si è dichiarata disposta a rinnovargli la fiducia.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply