Sport News – SportH24 » Calcio » Petrucci all’attacco: “Niente Olimpico, cerchino un altro stadio”

Petrucci all’attacco: “Niente Olimpico, cerchino un altro stadio”

by admin on martedì, marzo 27th, 2012

A questo punto la piccola scintilla è diventata un incendio e sarà dura spegnerlo. Le polemiche tra il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis e il presidente del CONI Gianni Petrucci, legate alla finale di Coppa Italia fra i partenopei e la Juventus prevista all’Olimpico di Roma, hanno portato ad una escalation di toni accessi che ora sembra essere definitivamente esplosa.
Petrucci ha infatti replicato in maniera molto accesa ad una dichiarazione di Maurizio Beretta, presidente della Lega Calcio, che aveva definito corrispondenza formale lo scambio di lettere tra la propria istituzione e il CONI in merito all’utilizzo dell’Olimpico per la finale: “Pensavo – ha affermato Petrucci – che le lettere di richiesta per l’utilizzo dello stadio e le riunioni svolte dalla Lega all’Olimpico fossero ufficiali, non formali. Altrimenti non avrei nemmeno risposto accogliendo le richieste. Beretta dimentica che l’anno scorso Inter-Palermo ha fatto registrare il tutto esaurito all’Olimpico. Ha voluto mettere una toppa ma non s’è accorto che è rimasto il buco. A questo punto pensassero ad un altro stadio. Per noi il discorso è chiuso”.
Il problema, va ricordato, è che secondo il presidente del Napoli, le necessarie misure di sicurezza da porre in atto per disputare la sfida decisiva per la Coppa Italia ridurrebbero la capienza dell’Olimpico e non garantirebbero la cornice adeguata ad un evento così importante. Petrucci aveva replicato in maniera dura nei giorni scorsi, ricordando a tutti che le regole della federazione ci sono e vanno rispettate e che la Lega, con la questione calcio scommesse ancora in piedi, farebbe bene a preoccuparsi più dell’etica che non del profitto.
La diatriba resta quindi aperta e siamo certi che non si farà attendere la risposta di Aurelio De Laurentiis che è apparso molto battagliero.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply