Sport News – SportH24 » Basket NBA » Playoff NBA: Bulls sotto con Phila, Denver e Boston vincono in casa

Playoff NBA: Bulls sotto con Phila, Denver e Boston vincono in casa

by admin on sabato, maggio 5th, 2012

Tre successi casalinghi nella nottata dei playoff NBA, con una serie che si riapre e due che prendono la strada di chi, inizialmente, non aveva il vantaggio del fattore campo.

Philadelphia, dopo il successo esterno di gara due, hanno vinto anche il terzo atto della sfida contro i numeri uno ad Est di Chicago, imponendosi 79-74 in un match che ormai sembrava in mano ai Bulls. Il quintetto di coach Thibodeau, infatti, dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato e senza allunghi rilevanti da nessuna delle due squadre, aveva preso il controllo delle operazioni a cavallo fra terzo e quarto periodo con Hamilton e Boozer. In vantaggio anche di 14 lunghezze, Chicago aveva trovato nella difesa la chiave per fermare i giovani e rampanti Sixers, ma il piano partita è saltato negli ultimi cinque minuti di fronte ad un 12-0 Phila che ha ribaltato completamente l’incontro. I Bulls si sono ritrovati in ginocchio, lo stesso ginocchio infortunato che li ha privati del miglior giocatore, Derrick Rose, e che ha tolto loro il ‘go tu guy’, il giocatore da cui andare nei momenti difficili. Philadelphia, nonostante un Elton Brand da 0 punti in 26 minuti, si è affidata a Williams, Holiday e Turner ma, soprattutto, ha preso tutti gli ultimi rimbalzi, mettendo ora con le spalle al muro la squadra biancorossa, costretta a vincere il quarto atto della serie per non ritrovarsi sotto 3-1.

Dimenticati i due ko a Los Angeles, i Denver Nuggets hanno superato in casa 99-84 i Lakers di Kobe Bryant accorciando le distanze nella serie, annunciata come una delle più equilibrate del primo turno: il team del Colorado ha fatto fruttare al massimo un primo tempo super (ad un certo punto era addirittura 41-17), con cui ha punito a ripetizione la difesa gialloviola grazie a Lawson (25 punti) e a qualche lampo di Gallinari (13 punti ma solo sei canestri dal campo). I Lakers hanno cercato ancora i lunghi Bynum e Gasol, chiave tattica per superare una difesa tenace come quella dei Nuggets, ma Denver ha fatto buona guardia e McGee, tra i più criticati dopo essere stato spazzato via dai pari ruolo losangelini nei primi due match, ha risposto con una grande prestazione da 16 punti, 15 rimbalzi e +30 di plus/minus. Los Angeles si è riavvicinata nel secondo tempo con Bryant (22 punti) ma la sua panchina ha prodotto appena 9 punti e, in queste condizioni, è impossibile sperare di prevalere su una squadra che, al contrario, ha fatto alzare dal pino due giocatori di sostanza come McGee e Miller (13 punti e 6 assist).

Successo interno infine anche per Boston che ha piegato 90-84 Atlanta dopo un tempo supplementare. I Celtics hanno ritrovato Allen dopo l’infortunio e Rondo dopo la squalifica e proprio il play è stato decisivo stampando una tripla doppia da 17 punti, 14 rimbalzi e 12 assist mentre ‘He got game’ ha dato il suo contributo dalla panchina con 13 punti. Gli Hawks, privi di Josh Smith per un infortunio al ginocchio, hanno puntato forte sugli esterni Joe Johnson (29) e Jeff Teague (23) ed hanno controllato bene il match, pur rincorrendo quasi sempre di fronte ai biancoverdi. Capitan Pierce, determinante nel successo di gara due, ha avuto in mano il pallone della vittoria durante i tempi regolamentari ma il suo tiro è stato respinto dal ferro e così c’è stato bisogno di cinque minuti extra per decidere chi si sarebbe portato sul 2-1 nella serie. Al momento decisivi è venuta fuori l’esperienza di Boston che, con Garnett (doppia-doppia da 20 punti e 11 rimbalzi) ha chiuso i conti e si è presa il vantaggio in questo combattutissimo primo turno ad Est.


Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply