Sport News – SportH24 » Basket NBA » Playoff NBA: il punto della situazione

Playoff NBA: il punto della situazione

by admin on lunedì, maggio 7th, 2012

Si avvicina il momento di chiudere il primo turno dei playoff NBA e c’è già la prima qualificata per le semifinali. Gli Oklahoma City Thunder hanno probabilmente chiuso una dinastia, quella dei Dallas Mavericks campioni in carica, ‘spazzandoli via’ con il punteggio di 4-0 e annunciando a tutti che la NBA avrà in ogni caso una nuova regina al termine dei playoff. I Thunder erano favoriti ma nessuno immaginava di vederli travolgere un’avversaria così ricca di campioni, anche se piuttosto avanti negli anni (Kidd, Carter, Terry, Nowitzki). Alla fine si può dire che siano state decisive le prime due gare, in casa di Durant e soci, finite con scarti minimi a favore dei Thunder e costate morale e fiducia alla truppa del condottiero-presidente-istrione Mark Cuban. Ad Ovest sono ad un passo dalla qualificazione anche i San Antonio Spurs, avanti in scioltezza su Utah, e i Los Angeles Lakers, saliti sul 3-1 nella serie contro Denver grazie al blitz di gara quattro in Colorado. Gallinari ha provato a guidare i suoi con 20 punti ma dall’altra parte i gialloviola hanno distribuito bene le responsabilità offensive, Bryant ne ha messi 22 ma sono stati incisivi anche Bynum e Gasol e così la serie ha preso decisamente la strada dei Lakers che potranno chiudere i conti in casa.

Grandissima vittoria ad Est per Boston che ha rifiato un eloquente 101-79 ad Atlanta. Gli Hawks non sono la stessa squadra che aveva disputato un’ottima regular season e i Celtics, squadra esperta e abituata alle battaglie playoff, ne hanno prontamente approfittato con i soliti Pierce e Garnett e con la leadership in cabina di regia di Rajon Rondo. Boston è avanti 3-1 e può conquistare la semifinale che potrebbe essere contro Philadelphia; i 76ers stanno approfittando cinicamente dei malanni di Chicago, già bastonata dall’infortunio di Rose e costretta poi a perdere anche Noah.

E così Philadelphia, che sembrava in piena crisi nella fase finale della stagione regolare, ha ora tre match point per far fuori la testa di serie numero uno ad est, la squadra che aveva il miglior record di tutta la NBA ma che adesso è sull’orlo della clamorosa eliminazione. Iguodala e compagni hanno vinto per 89-82 una gara quattro caratterizzata da tanti errori e poca qualità di gioco; tra i pochi a salvarsi Hawes, il lungo di Phila che ne ha messi 22 con 8 rimbalzi, Holiday ne ha aggiunti 20 e a niente sono serviti i 23 di Boozer, rimasto solo a tenere in piedi una squadra che ora avrebbe bisogno di un miracolo per rialzare la testa.

Sembrava finita anche New York, sotto 3-0 contro Miami, ma i Knicks hanno avuto una reazione d’orgoglio accorciando le distanze grazie ad un uomo solo: Carmelo Anthony ha infatti siglato 41 punti al Madison Square Garden e così i big three James (27), Wade (22) e Bosh (17) dovranno aspettare per festeggiare l’ingresso in semifinale, presumibilmente contro Indiana.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply