Sport News – SportH24 » Basket NBA » Playoff NBA: impresa dei Thunder sul parquet di San Antonio

Playoff NBA: impresa dei Thunder sul parquet di San Antonio

by admin on martedì, giugno 5th, 2012

Alzi la mano chi avrebbe scommesso su un simile ribaltamento di valori. Dopo due partite disputate in casa, San Antonio sembrava padrone della serie di finale della Western Conference NBA, pronto a raggiungere nuovamente la finale che vale il titolo a cavallo di una striscia aperta di venti vittorie. Oklahoma City ha però messo molti granellini di sabbia negli ingranaggi dei texani e, dopo aver pareggiato i conti in casa, è andata a vincere 108-103 sul parquet dei rivali, portandosi così sul 3-2 nella serie e ad una sola vittoria dalla qualificazione.

I Thunder hanno iniziato benissimo, nonostante qualche errore di troppo da parte della stella Kevin Durabt, con una ricetta fatta di maggiore circolazione di palla, più assist e molto più gioco di squadra. San Antonio si è trovato indietro di 14 punti (50-36) già nella prima frazione, nonostante i canestri di un Ginobili in versione Mvp del match (34 punti a referto). I padroni di casa, con la solidità di Duncan (18 e 12 rimbalzi) ma anche con una panchina meno proficua del solito, si sono rifatti sotto ma sul finire della terza frazione hanno incassato un canestro da highlights di Durant (22 punti nel secondo tempo, 27 totali) che li ha ricacciati a -9 (81-72 Thunder). L’importanza della posta in palio ha condizionato forse di più i veterani texani che non la giovane e scanzonata truppa di Scott Brooks, capace di riportarsi ben oltre la doppia cifra di margine nel quarto periodo. I cinque minuti finali sono stati però molto emozionanti, perché Ginobili e Duncan hanno preso per mano gli Spurs fino al -2 (101-103) a 50” dalla sirena. Il canestro decisivo l’ha siglato Harden  (nella foto, 20 punti alla fine) con la tripla del 106-101 a meno di 30” dalla conclusione del match. Ginobili ha avuto ancora la tripla del possibile pareggio quasi allo scadere ma l’ha fallita ed ora i Thunder di un ottimo Westbrook (23 punti anche per lui) possono chiudere i conti in gara sei e prendersi il primo titolo dell’Ovest da quando la franchigia giocava a Seattle ed aveva come ‘nick name’ Supersonics.



Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply