Sport News – SportH24 » Basket NBA » Playoff NBA: Miami ad un passo dalla finale ad Est

Playoff NBA: Miami ad un passo dalla finale ad Est

by admin on mercoledì, maggio 23rd, 2012

La serie tra Miami e Indiana ha vissuto con ogni probabilità la sua gara decisiva: gli Heat hanno vinto nettamente (115-83) il quinto confronto delle semifinali NBA, portandosi in vantaggio 3-2, ma soprattutto hanno invertito mentalmente l’inerzia di una serie che, dopo gara 3, sembrava saldamente in mano ai Pacers.

Le chiavi della vittoria di Miami sono state ancora una volta nella verve offensiva di James (30 punti, 10 rimbalzi e 8 assist) e di Wade (28), ma tutta la squadra ha risposto sotto il profilo del gioco (bene Battier e Chalmers) e della grinta. Peccato che questa grinta sia stata talvolta eccessiva, come nel caso del fallaccio di Udonis Haslem ai danni di Tyler Hansbrough. L’ex North Carolina si era reso colpevole di un contatto duro su Wade e Haslem ha pensato bene di vendicare il compagno: gli arbitri non lo hanno espulso ma non è escluso che la NBA decida di fermarlo per gara 6. Quel che è peggio per i Pacers è che hanno dovuto fare i conti con l’infortunio di Granger, ricaduto su un piede di James e bloccato da un problema alla caviglia, e con quello di West, vittima di un problema al ginocchio; due dei giocatori migliori della squadra di Vogel costretti allo stop e, se non dovessero recuperare in tempo per la sesta sfida, la situazione per Indiana si farebbe davvero nerissima.

Di sicuro i Pacers devono spetrare in una prestazione offensiva diversa da parte degli Heat che, se tirano con il 61%, sono quasi imbattibili per chiunque, San Antonio compresa. Appena possibile, James e Wade si sono lanciati in contropiede ed hanno fatto a pezzi la difesa di Indiana che non ha mai trovato contromisure allo strapotere fisico della formazione di Spoelstra. Inutili i tentativi degli ospiti che hanno poi tirato i remi in barca cercando di recuperare energie per gara 6, in cui quasi certamente Miami non avrà il panchinaro Pittman. A soli 19” dalla fine, la sua gomitata a tradimento a Stephenson non è passata inosservata e ha dimostrato ancora una volta che la tensione sta salendo, in linea con il clima playoff.


Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply