Sport News – SportH24 » Basket NBA » Playoff NBA: San Antonio già in finale, Miami rialza la testa

Playoff NBA: San Antonio già in finale, Miami rialza la testa

by admin on lunedì, maggio 21st, 2012

Sono nella Eastern Conference le emozioni maggiori per i playoff NBA: dopo il 2-2 tra Boston e Philadelphia, anche Miami e Indiana si trovano nella stessa situazione dopo che gli Heat sono andati a sbancare 101-93 l’impianto dei Pacers.

Più che gli Heat, la vittoria è stata della coppia James-Wade che ha pensato bene di combinare per 70 punti totali (40 di James e 30 di Wade), stroncando questa volta il platoon-system di coach Vogel e riequilibrando la serie. Nel primo tempo Indiana è stata quasi sempre avanti, ha avuto margini anche vicini alla doppia cifra, mettendo in mostra il solito Hibbert dominante a rimbalzo e con l’intimidazione in difesa. James ha tenuto in piedi da solo Miami mentre Wade sparacchiava da tutte le posizioni, segnando, catturando rimbalzi e smistando assist. Con Barbosa sono arrivati i punti del +8 Pacers a metà gara, poi però si è acceso anche Wade, Haaslem ha messo canestri importanti e la missione di Indiana è diventata quasi impossibile. Collison ha cercato di tenere in vita i suoi, aiutato da Granger, ma la coppia LeBron-Wade ha spento sul nascere ogni tentativo di recupero e il ‘Prescelto’ ha mancato la tripla doppia per un solo assist.

Ad Ovest c’è invece già la prima qualificata e non potevano essere che i San Antonio Spurs: dopo il 2-0 casalingo, i texani hanno vinto anche i due match disputati a Los Angeles contro i Clippers, stritolando la squadra di Paul e Griffin grazie alla difesa e ad una profondità di organico quasi inesauribile. Parker, Duncan e Ginobili sono in forma splendida, Diaw e Jackson danno esperienza e qualità, Blair, Green e Leonard sono molto più che comprimari, Splitter è una roccia e per i Clippers è stato impossibile contrastare la marcia dei bianconeri, ancora imbattuti nei playoff.

La finale li potrebbe vedere impegnati contro gli Oklahoma City Thunder che, persa gara tre allo Staples Center, si sono rifatti in gara quattro, battendo i Lakers per 103-100 in un modo incredibile. Grazie al solito contributo di Bryant (38) e alla solidità di Bynum, ma anche ad una sfuriata di World Peace, i Lakers si erano portati sul +13 a 8 minuti dalla fine e sembravano pronti a riequilibrare la serie, ma improvvisamente è arrivato il black out. Westbrook e Durant, già strepitosi per tutto l’arco della gara (rispettivamente 37 e 31 punti), hanno messo a ferro e fuoco la difesa gialloviola, aiutati dalle titubanze californiane. Bryant ha sbagliato qualche tiro e qualche scelta, Gasol si è fatto soffiare un pallone sanguinoso sul 98-98 nell’ultimo minuto e Durant, pur marcato da World Peace, ha stampato la tripla del +3 Thunder. Bryant ha fallito il tiro del pareggio e Harden ha chiuso i conti dalla lunetta. Ora i Lakers sono con le spalle al muro e solo un miracolo li potrebbe salvare dall’eliminazione.



Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply