Sport News – SportH24 » Calcio » Ranieri addio, l’Inter cambia da subito

Ranieri addio, l’Inter cambia da subito

by admin on lunedì, marzo 26th, 2012

 

Nonostante le resistenze del patron Massimo Moratti, che avrebbe voluto andare avanti senza ulteriori scossoni fino al termine della stagione, Ranieri sembrerebbe avere le ore contate.

L’esonero del tecnico nerazzurro è praticamente cosa fatta dopo la riunione che c’è stata nel pomeriggio e che ha visto la presenza, oltre che di Moratti, anche di Marco Branca, Piero Ausilio e Ernesto Paolillo: la dirigenza dell’Inter, dopo l’ennesima sconfitta incassata in questa difficilissima fase della stagione (0-2 a Torino con la Juventus) avrebbe deciso per la sostituzione, anche se non è ancora chiaro se l’avvicendamento avverrà subito o sarà rinviato a dopo la gara con il Genoa.

Moratti, poche ore fa, era apparso ancora possibilista sulla permanenza a tempo determinato di Ranieri in panchina (“Penso che Claudio Ranieri rimarrà fino alla fine della stagione” ha dichiarato dopo il vertice della società) ma fonti vicine alla dirigenza confermano che ci sarebbe stata un’accelerazione decisa per un cambio di rotta immediato.

Ranieri era già praticamente sicuro di lasciare la guida tecnica dell’Inter a fine stagione, vista l’eliminazione dalla Champions League e un terzo posto in campionato che è sempre più lontano. Il suo addio potrebbe però arrivare prima ed ecco che parte la caccia al nome: un traghettatore o qualcuno che possa già iniziare un ciclo?

Difficile a dirsi, con uno dei nomi più ricorrenti che è quello del tecnico della Primavera Andrea Stramaccioni (nella foto), 35 anni, artefice del trionfo della squadra nerazzurra nella prima edizione della Champions League giovanile. Lui, Stramaccioni, interpellato dai giornalisti ha risposto che “se il presidente Moratti mi chiama non posso che rispondere di sì” e allora la soluzione potrebbe essere interna. Per il futuro poi, i  nomi sono i soliti (Villas Boas, Blanc, Mazzarri) ma chissà che Stramaccioni, infilando un bel filotto di vittorie non possa guadagnarsi una clamorosa conferma…

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply