Sport News – SportH24 » Calcio » Serie A: che debutto per Stramaccioni, cinquina anche a Roma

Serie A: che debutto per Stramaccioni, cinquina anche a Roma

by admin on domenica, aprile 1st, 2012

Miglior debutto non poteva esserci per il nuovo tecnico dell’Inter Andrea Stramaccioni: la sua squadra ha vinto per 5-4 contro il Genoa al termine di una gara incredibile ma soprattutto, complici i ko di Lazio e Udinese, ha ridotto il divario dalla terza posizione che significa Champions League. Una partita dalle mille emozioni, con quattro rigori (uno per l’Inter e tre per il Genoa), con la tripletta di Milito che non ha esultato visto il suo passato con il Genoa, il sigillo di uno Zarate rivitalizzato dal nuovo tecnico ed un continuo susseguirsi di colpi di scena fino al fischio finale.

Decisamente meno colpi di scena ma un risultato pesantissimo a Siena, dove i ragazzi di Sannino hanno compiuto un passo avanti significativo in direzione della salvezza sconfiggendo per 1-0 l’Udinese. Il gol da tre punti è stato siglato ancora una volta da Destro, attaccante dell’under 21 che sarà tra i pezzi pregiati del mercato e fa gola a molte squadre di vertice. Si respira un’aria ben più cupa in casa dell’altra squadra toscana di serie A, quella Fiorentina che vede da vicino la zona retrocessione dopo il ko interno contro il Chievo; la squadra viola, complice un errore di Natali, si è trovata ad inseguire la rete di Pellissier, ha pareggiato con Ljaic ma è finita nuovamente sotto quasi allo scadere ed ha incassato una sconfitta pesantissima. Pareggio a reti inviolate tra Lecce e Cesena con i salentini che hanno sciupato una occasione proficua di guadagnare terreno su chi li precede, come il Bologna che è stato battuto 3-1 in casa dal Palermo; dopo il vantaggio di Sorensen, i felsinei sono stati punti da Donati, Hernandez e da un’autorete di Morleo. Cagliari vicinissimo alla salvezza dopo il 2-0 sull’Atalanta con Daniele Conti e Pinilla. Nell’anticipo del pomeriggio Roma scintillante contro il Novara: piemontesi avanti con Caracciolo, poi i giallorossi rispondono e prendono il largo con Marquinho, Osvaldo, Simplicio, Bojan e Lamela. Inutile la rete del giapponese Morimoto per un Novara che, al pari del Cesena, è già condannato alla serie B.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply