Sport News – SportH24 » Superbike » Superbike: ad Assen vincono Guintoli e Rea. Biaggi nuovo leader

Superbike: ad Assen vincono Guintoli e Rea. Biaggi nuovo leader

by admin on lunedì, aprile 23rd, 2012

Pur senza vincere nessuna delle due manches, il vero vincitore del week-end della Superbike ad Assen è stato Max Biaggi; il pilota romano, che scattava addirittura dalla quinta fila, si ritrova infatti in testa al Mondiale proprio dopo la gara che sembrava chiusa, quella in cui il suo rivale, Carlos Checa, poteva addirittura allungare in classifica.

In effetti la pioggia ha contribuito molto a mischiare le carte, ma il resto l’ha fatto la sensibilità ed il talento di Biaggi, unita agli errori commessi dal portacolori di Althea Racing. Nella prima manche le emozioni sono state infinite, dalla partenza fino all’interruzione per pioggia causa caduta di Melandri, dalla successiva ripartenza all’arrivo, con cadute anche di chi era in testa (Badovini, Haslam) ed errori di chi sembrava in grado di scappare (Checa). Alla fine, dopo una sarabanda continua di colpi di scena, sul gradino più alto del podio è salio in francese Guintoli con una Ducati Factory, davanti alla coppia di Althea Racing composta dall sorprendente Davide Giugliano e dal leader mondiale Carlos Checa. Quarto posto per Biaggi, bravissimo a risalire dalla diciassettesima posizione della griglia di partenza.

In gara due c’è stato l’errore di Checa che, in una gara dichiarata bagnata da commissari ma su una pista sostanzialmente asciutta, ha montato le gomme da bagnato che si sono rivelate subito non performanti. Lo spagnolo è tornato ai box per sostituirle ma nelle moto è un’operazione lunga e laboriosa, così ha perso più di un giro ed ha terminato la corsa in diciassettesima piazza, senza prendere nemmeno un punto. Nel corso della gara c’è stato un altro gravissimo incidente dopo quello occorso, due settimane fa, allo spagnolo della Kawasaki Joan Lascorz. Il 20enne canadese Brett McCormick, compagno di squadra di Guintoli, è caduto sbattendo violentemente la testa sull’asfalto e la prima diagnosi ha parlato di un grave ematoma cerebrale, la frattura di due vertebre cervicali ma per fortuna senza interessamento del midollo spinale.

Questa volta è stato Rea a prevalere davanti a Guintoli, dominatore del fine settimana, e a Laverty, compagno di team di Biaggi con l’Aprilia. Il romano è giunto ottavo in gara due, precedendo l’ottimo Giugliano, ed ora guida il Mondiale con 92 punti, uno in più di Checa. Terzo Sykes a quota 79.

Il quarto round iridato si disputerà il prossimo 6 maggio a Monza.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply