Sport News – SportH24 » Tennis » Tennis: dopo Sara Errani trionfa anche Seppi

Tennis: dopo Sara Errani trionfa anche Seppi

by admin on domenica, maggio 6th, 2012

Era successo solamente tre volte nella storia e per questo la settimana appena chiusa, per gli appassionati italiani di tennis, è destinata a passare alla storia.

Per quale motivo? Perché, nella stessa settimana, l’Italia ha portato a casa due tornei del circuito maggiore, uno al maschile e uno al femminile; avevamo già raccontato dell’impresa a Budapest di Sara Errani, al suo terzo sigillo in questo 2012, e oggi è toccato ad Andreas Seppi iscrivere il suo nome nell’albo d’oro del torneo ATP di Belgrado, oltre 400mila dollari di montepremi e tanti punti preziosi per il ranking mondiale, battendo 6-3 6-2 il francese Benoit Paire. Seppi, testa di serie numero due e dunque inserito di diritto fra i favoriti, ha avuto un cammino eccellente, soffrendo solo, come prevedibile, in semifinale contro un ex top ten come l’argentino David Nalbandian, superato 7-5 al terzo set. La finale è stata poco più di una formalità, contro un avversario arrivato all’atto conclusivo fra la sorpresa generale e giustiziere all’esordio del nostro Fognini.

Paire ha evidentemente pagato un po’ la stanchezza e non ha potuto opporre grossa resistenza al nostro tennista se si eccettua l’inizio del match, in cui il giovane transalpino si è portato in vantaggio per 3-1. Seppi non si è fatto prendere dal nervosismo, anzi ha continuato a macinare il suo gioco ed ha piazzato un break di otto games consecutivi, volando sul 6-3 3-0 e chiudendo di fatto la questione. Paire ha avuto qualche piccolo sussulto ma all’ottavo game, dopo poco più di un’ora di gioco, l’azzurro ha messo a segno il punto decisivo che gli è valso il secondo titolo ATP della carriera.

Un successo importante per un atleta non in grado finora di raccogliere quanto il suo gioco gli avrebbe dovuto consentire; la speranza è che l’exploit a Belgrado aiuti Seppi in vista di una stagione sulla terra battuta che può vederlo buon protagonista.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply