Sport News – SportH24 » Tennis » Tennis Fed Cup: Italia sotto 2-0 nella semifinale con la Rep. Ceca

Tennis Fed Cup: Italia sotto 2-0 nella semifinale con la Rep. Ceca

by admin on sabato, Apr 21st, 2012

Peggio di così non poteva iniziare la semifinale di Federation Cup tra l’Italia e le campionesse in carica della Repubblica Ceca. Dopo la prima giornata di gare alla Cez Arena di Ostrava, le azzurre sono infatti sotto per 2-0 ed ora avranno bisogno di un miracolo nella giornata di domani per aggiudicarsi tutti e tre i punti in palio e ribaltare l’esito della sfida.

Il punto più abbordabile, sulla carta, era quello legato al match tra la nostra numero uno, Francesca Schiavone, e la numero due ceca, Lucie Safarova: la superficie veloce, scelta non a caso dalle squadra di casa, ha invece esaltato il gioco della Safarova che, dopo una battaglia notevole nel primo parziale, terminato 7-6, ha cambiato marcia nel secondo set, aggiudicandoselo per 6-1. A conti fatti si può dire che siano stati determinanti i tre set point sciupati nel primo parziale dalla Schiavone che, se si fosse portata avanti, avrebbe certamente messo tanta pressione in più all’avversaria.

Dopo la sconfitta della Schiavone è entrata in campo Sara Errani, giocatrice in grandissima crescita ma non certo una specialista delle superfici veloci. Dall’altra parte Petra Kvitova, numero tre del mondo, regina di Wimbledon e chiamata a riportare la Federation Cup nel suo paese. Due giocatrici dal fisico e dal gioco totalmente diversi, visto che l’azzurra fa della regolarità e della corsa un suo punto di forza mentre la Kvitova è tutta potenza e gioco d’attacco. Sono state queste ultime caratteristiche a prevalere sul duro di Ostrava, anche se la Errani ha resistito alla grande specialmente nel primo set, quando ha avuto la palla break per salire 5-4. Ha fallito quell’occasione e la Kvitova ha chiuso il set 6-4, poi ha sciupato anche un vantaggio di 2-0 nel secondo set e si è condannata alla sconfitta per 6-3.

Domani si riparte con Kvitova-Schiavone e Safarova-errani. A chiudere il doppio con le formazioni che possono essere cambiate fino ad un’ora prima del match.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply