Sport News – SportH24 » Tennis » Tennis: Miami non porta bene alle azzurre

Tennis: Miami non porta bene alle azzurre

by admin on lunedì, marzo 26th, 2012

Torneo finito per le tenniste italiane che, al pari dei loro connazionali uomini, hanno abbandonato in largo anticipo il tabellone di singolare del Sony Ericsson Open di Miami, uno dei tornei Masters 1000 più importanti dell’anno.

Se dalle racchette maschili, per lo più sul cemento, non ci attendevamo molto, qualcosa in più era lecito sperare dalle ragazze che, tuttavia, sono incappate in alcune prestazioni non molto convincenti. Dopo le eliminazioni al secondo turno di Francesca Schiavone e Sara Errani, entrambe teste di serie, sono arrivati i ko al terzo turno di Roberta Vinci e Flavia Pennetta ma qui occorre fare una distinzione.

Roberta Vinci si è trovata di fronte Serena Williams che, al pari della sorella Venus, quando non ha problemi fisici è fra le prime cinque giocatrici al mondo (se non la numero uno) e sul cemento è una specie di macchina da guerra. Il gioco della Vinci si è confermato troppo ‘leggero’ per contrastare la potenza della Williams che, accreditata della decima testa di serie, ha concesso appena tre games alla nostra portacolori chiudendo per 6-2 6-1.

Tutto lasciava credere, invece, che Flavia Pennetta potesse superare il turno, dando uno sguardo distratto alla classifica (oltre il numero 200) della sua avversaria, la giovanissima spagnola Muguruza Blanco. Peccato che l’iberica, entrata in tabellone con una wild card e protagonista dell’eliminazione nel turno precedente della russa Vera Zvonareva, testa di serie numero nove, sia una della giovani tenniste di maggior talento in circolazione e venga pronosticata a breve fra le primissime al mondo. Dopo due set in totale altalena (6-2 per la Muguruza Blanco, poi 6-1 per la Pennetta), nel terzo c’è stata battaglia, l’azzurra ha recuperato dal 3-5 e dal 5-6, ha trascinato l’incontro al tie-break dove ha annullato tre match points, cedendo però al quarto sull’8-6.

Almeno in doppio qualche soddisfazione sta arrivando, con Errani-Vinci (numero sei del tabellone) che sono state promosse ai quarti di finale, obiettivo che ora insegue anche Flavia Pennetta con la spagnola Medina Garrigues.

Certo però che in singolare si poteva fare qualcosa di meglio.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply