Sport News – SportH24 » Tennis » Tennis: spazio agli specialisti dei prati

Tennis: spazio agli specialisti dei prati

by Glauco Antoniacci on lunedì, giugno 19th, 2017

La brevissima stagione degli “erbivori” entra nel vivo: il tennis professionistico gioca questa settimana al Queen’s di Londra e al Gerry Weber Open di Halle in Germania, dove quasi tutti i big della racchetta cercheranno di rifinire la condizione sulla strada verso Wimbledon.
I nomi da seguire sono sempre gli stessi, iniziando da Murray che arriverà sull’erba di casa con il ruolo di favorito, proseguendo con Federer che sta sparando le sue ultime cartucce e sogna di poter alzare ancora una volta il trofeo dell’All England Lawn Tennis and Croquet Club. Per l’Italia non c’è da sperare in niente di buono, Wimbledon è il Major che ci vede soffrire di più la scarsissima abitudine a giocare sull’erba e dei nostri giocatori l’unico che in passato ha ottenuto qualche buon risultato sui green è stato Andreas Seppi, ormai in parabola discendente.
Nel settore femminile ci sarebbe Roberta Vinci, il cui tennis d’attacco troverebbe proprio sull’erba la sua superficie ideale; peccato che quest’anno non abbia ottenuto nessun risultato decente e le sue possibilità sono una grossa incognita.
La scorsa settimana il tennis azzurro ha promosso Thomas Fabbiano nella finale del Challenger di Nottingham, lanciandolo al numero 90 del mondo nonostante la sconfitta, ed ha regalato una finale tutta azzurra nel ricco challenger di Caltanissetta, con Lorenzi vittorioso su Giannessi (anche lui entrato così nei top 100). Non molto guardando a quello che succede in altri paesi a noi vicini, ma per adesso è meglio accontentarsi.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply