Sport News – SportH24 » Calcio » Van Basten contro Conte? O è solo un malinteso?

Van Basten contro Conte? O è solo un malinteso?

by admin on martedì, marzo 20th, 2012

Visti i precedenti recenti, la partita di questa sera tra Juventus e Milan, valida come gara di ritorno delle semifinali di Coppa Italia, di tutto aveva bisogno tranne che di ulteriore benzina sul fuoco della polemica mai sopita.

Il gol non visto di Muntari nella sfida scudetto di San Siro, le dichiarazioni al veleno nel post partita e le schermaglie verbali tra Conte e Allegri; tutto aveva già trasformato la partita di questa sera in qualcosa di più del semplice match di ritorno che mette in palio un posto in finale, contro la vincente di Napoli-Siena. Conte l’ha definita la gara più importante dell’anno perché consente di andarsi a giocare nuovamente un trofeo dopo moto tempo, Allegri ha replicato di volersela giocare e di non voler mettere troppa pressione all’arbitro (Orsato di Schio). E allora la benzina sul fuoco ce l’ha messa un grande ex milanista intervistato durante una delle sue frequenti visite a Milano.

Marco Van Basten, uno dei più forti calciatori di tutti i tempi, è stato intervistato ed ha risposto a domande su molti temi, ovviamente riguardanti il nostro campionato. Le stoccate più pesanti, almeno stando a quanto riportato dai media le ha riservate a Conte: “Non lo conosco ma sembra molto fanatico in panchina”.

Apriti cielo, tutti a commentare la frase pronunciata dal ‘cigno di Utrecht’ e a dividersi in due fazioni. Ma sarà davvero così? Le parole pronunciate sono quelle, ma è il senso che forse non è esattamente come è stato riportato. Esplodere con dei titoloni “Van Basten dà del fanatico a Conte” appare fin troppo facile, ma magari l’ex attaccante rossonero ha utilizzato la parola ‘fanatico’ come traduzione letterale del termine inglese ‘fanatic’ che vuol dire tifoso, la parola da cui deriva ‘fan’. Non si può certo negare che Conte viva in maniera sanguigna le partite e non abbia un aplomb inglese modello Sven Goran Eriksson o Nils Liedholm. Ma forse è proprio per questo che i tifosi juventini l’hanno apprezzato da giocatore e lo apprezzano anche da allenatore, alla guida di una squadra imbattuta e che ha molto carattere. Ci piacerebbe solo che si facesse a meno di cercare ogni scusa per fare polemiche.

Share on Facebook
Share on Twitter

Leave a Reply