Sport News – SportH24 » Volley » Volley: presto un fondo di solidarietà per ricordare Vigor Bovolenta

Volley: presto un fondo di solidarietà per ricordare Vigor Bovolenta

by admin on lunedì, marzo 26th, 2012

Dopo il grande dolore e l’incredulità del mondo del volley, restano i dubbi, le domande a cui si cercherà di dare risposte, la solidarietà e i progetti che qualcuno vuole portare avanti in suo ricordo.

L’improvvisa morte di Vigor Bovolenta durante una partita di serie B2 ha riproposto interrogativi mai sopiti sui controlli con cui vengono concesse le idoneità agonistiche, soprattutto a chi in passato, come l’ex campione della nazionale, aveva avuto già problemi cardiaci ed era stato fermato alcuni mesi per questo motivo. Bovolenta veniva controllato di frequente, poiché la concessione dell’idoneità agonistica doveva essere rinnovata ogni sei mesi.

Difficile al momento dire se il decesso di Bovolenta sia dovuto allo stesso tipo di causa (il cuore era troppo veloce) che lo aveva bloccato per qualche mese, spetterà infatti all’autopsia, disposta come era inevitabile, la definizione esatta del motivo che ha portato alla scomparsa dell’atleta.

La Direzione Medica di Macerata ha intanto reso noto che i soccorsi sono stati velocissimi, comunicando che, appena quattro minuti dopo aver ricevuto la chiamata (arrivata alle 22:12 di sabato), gli operatori del 118 con auto e defibrillatore erano già al palazzetto di Fontescodella ed hanno iniziato i soccorsi per tentare la rianimazione, raggiunti poco dopo da un’ambulanza. Il giocatore è entrato al Pronto Soccorso dell’ospedale di Macerata alle 23:10 e i tentativi di riportarlo in vita sono andati avanti senza successo fino alle 23:50, quando i medici del nosocomio marchigiano hanno dichiarato il suo decesso.

La Lega Volley, profondamente sconvolta dalla notizia al pari di tutti gli sportivi e in particolare degli amanti della pallavolo, ha deciso di fare qualcosa di concreto per la famiglia del giocatore che, va ricordato, ha lasciato una moglie e quattro figli molto piccoli.

“Tutti noi dovremmo farci carico di un’azione concreta – ha spiegato il presidente Diego Mosna – tesa al sostentamento di una famiglia che dipendeva integralmente da chi ora non c’è più, ma anche per assistere in futuro chi dovrà confrontarsi con tragedie simili”. E’ dunque allo studio un fondo di solidarietà riservato proprio alle vittime di situazioni simili a questa, che lasciano nello strazio i familiari e spesso creano situazioni di bisogno. Il fondo dovrebbe essere intitolato alla memoria di Vigor Bovolenta e del direttore generale dell’Andreoli Latina, Roberto Rondoni, scomparso anche lui sabato a soli 54 anni dopo una lunga malattia.

I funerali di Vigor Bovolenta dovrebbero tenersi mercoledì o giovedì a Taglio di Po, in provincia di Rovigo, e il feretro sarà tumulato con ogni probabilità nella tomba di famiglia, accanto a quello del fratello Antonio, morto di leucemia nel 1990.

Share on Facebook
Share on Twitter